Consiglio direttivo 17 giugno 2008

San Marino, 18 giugno 2008


Il Consiglio Direttivo del Partito dei Socialisti e dei Democratici, riunito nella serata di ieri 17 giugno, ha ascoltato la relazione del Segretario che, a partire dall’accordo raggiunto sul progetto di legge obiettivo, su cui il Consiglio Direttivo medesimo aveva espresso la propria valutazione positiva il 28 maggio u.s., ha ripercorso le tappe che hanno condotto alla apertura della crisi di governo da parte di AP.
Il Segretario ha inoltre riferito circa gli atti immediatamente successivi compiuti dal PSD e le traiettorie sulle quali il Partito si muoverà nei prossimi giorni per favorire una rapida e positiva soluzione della crisi nell’interesse del Paese.

Il Consiglio Direttivo, attraverso gli interventi succedutisi,

– ha espresso condivisione sulla relazione del Segretario;

– ha apprezzato il positivo lavoro messo in campo per la definizione di provvedimenti qualificanti e irrinunciabili per lo sviluppo economico e civile della Repubblica, approvati nella recente sessione consiliare, relativi all’antiriciclaggio al giusto processo, al riordino delle direzioni scolastiche e ai servizi di vigilanza delle attività economiche cui si aggiungerà quella contro la violenza alle donne, rispetto ai quali il Partito ha offerto il proprio essenziale contributo di idee e di sostegno;

– ha sottolineato che la decisione di AP è un atto premeditato di grave irresponsabilità che non ha giustificazioni né attenuanti, che danneggia il Paese perché blocca il dispiegarsi dell’azione concreta di riforma e di sviluppo impostata con la legge obiettivo, al fine di dare risposta all’esigenza, posta dal PSD e condivisa dagli alleati, di dare maggiore efficacia all’azione di governo;

– ha valutato che, alla luce dei comportamenti sleali e scorretti, delle dichiarazioni strumentali e degli attacchi personali contro esponenti del PSD al fine di minarne l’unità messi in atto da parte di alcun dirigenti di Alleanza Popolare, il rapporto con quel Partito, per causa loro, non sia più recuperabile;

– ha considerato positivamente l’impegno e la responsabilità, condivisi con Sinistra Unita e Democratici di Centro, di assicurare che l’opera intrapresa all’insegna della progettualità e della modernizzazione del nostro sistema Paese possa proseguire, adoperandosi, con l’apporto costruttivo di Sammarinesi per la Libertà, per affrontare la nuova fase politica per la cui soluzione occorre responsabilità, apertura al dialogo e determinazione a costruire, piuttosto che a distruggere;

– ha invitato il Partito a perseguire un forte impegno corale e unitario e ad assicurare una puntuale informazione ai cittadini circa le iniziative e le posizioni assunte.

L’Ufficio Stampa

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy