Convegno sul precariato

[c.s.] Grande attenzione da parte del pubblico, al Convegno che si è tenuto a San Marino su “Tempi precari”, organizzato dal CRTS Comitato di Rinnovamento & Trasparenza Sindacale, con i Comitati Referendari per i “3 Sì sul lavoro” e la collaborazione dell’Associazione Culturale Don Chisciotte.

In vista dei referendum abrogativi del co.co.pro., lavoro interinale e reintroduzione della scala mobile, che si terranno il 16 marzo nella Repubblica di San Marino, il Convegno ha avuto l’obiettivo di rendere più consapevole il voto dei cittadini.

Il fenomeno, a San Marino, non riveste ancora dimensioni percentualmente preoccupanti, ma la strada intrapresa con questa legge conduce agli stessi esiti a cui ha condotto il mercato del lavoro italiano; di qui la volontà dei comitati di abrogare queste tipologie contrattuali prima che il fenomeno non sia più contenibile.

Al convegno hanno partecipato, oltre ad autorità e politici di San Marino (Francesca Michelotti, Marco Beccari e Gian Luigi Macina), anche rappresentati italiani come Vincenzo Siniscalchi, membro del Comitato Referendario Basta precarietà, Ornella Veglio, scrittrice e consigliera provinciale pari opportunità di Lodi e Carlo Guglielmi, avvocato estensore della proposta di legge che tenta di superare la L.30.

Giorgio Cremaschi, non avendo potuto partecipare all’appuntamento, ha inviato una lettera in cui ha affermato di “essere completamente d’accordo con l’iniziativa, sia per quanto riguarda la lotta alla precarietà, sia per la battaglia per ricostruire una garanzia automatica alla tutela dei salari”.

Interessante l’intervento di Fabrizio Buratto, scrittore e autore di “Curriculum atipico di un trentenne tipico”, che ha raccontato la propria esperienza personale di “lavoratore precario”.

Tutti sono stati concordi nel condurre una battaglia diretta a ricondurre le logiche delle assunzioni su binari più tutelanti i diritti dei lavoratori dipendenti, convinti che la flessibilità di cui le aziende necessitano non possa prescindere dalla garanzia dei diritti fondamentali e della dignità di ogni singolo assunto.

L’idea del Convegno nasce dunque dall’esigenza di dare risalto all’iniziativa sammarinese e all’interesse che riveste, coinvolgendo personalità impegnate in questo campo.

Alla giornata sono intervenuti:

– Carlo Guglielmi, Giurista “Centro per i diritti al lavoro – Pietro Alò”

– Marco Beccari, Segretario CDLS, Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinesi

– Fabrizio Buratto, Scrittore, autore di “Curriculum atipico di un trentenne tipico”

– Don Claudio Ciccillo, Vicepresidente Ce.I.S. Ravenna, membro dell’Associazione San Damiano

– Vincenzo Siniscalchi, Segretario di SdL (Sindacato dei Lavoratori) intercategoriale, portavoce del comitato referendario italiano contro la L.30, il DL 276/2003, il DL 368/2001 e l’art.19 della L.300/70

– Gian Luigi Macina, Membro dei Comitati referendari sammarinesi, membro del Comitato di Rinnovamento & Trasparenza sindacale, ex segretario confederale CSdL;

– Francesca Michelotti, Segretario di Stato Alla Cultura e Istruzione.

– Ornella Veglio, Scrittrice, Consigliera Provinciale di Parità di Lodi, dal 1993 al 2000 Segretaria generale CGIL Scuola Provincia di Lodi.

Ufficio Stampa Nuova Comunicazione Associati

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy