Coordinamento. Dialogo con Europopolari per San Marino.

Ieri sera si e’ tenuta la riunione del Coordinamento dei DdC.
La seduta dell’organo direttivo del Movimento e’ stata contraddistinta da un vivace ed articolato dibattito a seguito del riferimento del Coordinatore Marco Podeschi. Tema comune ai numerosi interventi la preoccupazione per l’affrontare un mese – quale quello corrente – che piuttosto che caratterizzarsi all’insegna della decantazione e della tregua ferragosto, appare invece come il preludio ad un momento difficile cui dovranno corrispondere decisioni non più rinviabili. La presenza di San Marino nelle Super Black list e’, purtroppo, una certezza. E a questo si aggiunge l’emergere di una crescente preoccupazione per la situazione interna del Paese non meno difficile.
A fronte di uno scenario, quanto mai inedito per la vita del nostro Stato, il “predicozzo” che qualche zelante custode dell’ortodossia dell’attuale maggioranza proferisce fino allo sfinimento – ribadendo le virtù’ salvifiche del Patto – appare un modo maldestro per esorcizzare le divisioni, le difficoltà’ e le lacerazioni interne sempre più evidenti. I DdC, nel rispetto del voto dei cittadini, ribadiscono che se l’attuale maggioranza non fosse in grado di garantire stabilità e di ottenere quei risultati necessari per uscire dalle secche, la strada sancita dalle nuove regole elettorali non potrebbe essere disattesa. I DdC hanno poi posto l’accento sull’impatto, da un punto di vista etico e morale, delle recenti dichiarazioni di Mario Fantini in relazione all’affare Delta Cassa di Risparmio. Per questo il Movimento reitera la richiesta al Governo di avere un riferimento in Consiglio Grande e Generale nel più breve tempo possibile per fare piena luce sulla vicenda e, nel contempo, di vedere aperta un’inchiesta volta ad accertare eventuali fatti di rilevanza penale commessi da chi e’ investito di responsabilità’ eminentemente istituzionali nell’esercizio delle proprie funzioni.

Il Coordinamento ha infine fatto una valutazione attorno al tema dell’aggregazione di quell’area moderata, liberale e riformista in linea con la mozione conclusiva della Conferenza Organizzativa del Movimento dello scorso 18 Aprile. Per continuare questo percorso, il Coordinamento ha quindi invitato i dirigenti del Movimento ad avviare un’ulteriore fase di approfondimento con il Partito degli Euro Popolari per San Marino con cui – da tempo – si e’ aperto un dialogo trasparente e propositivo pur nel rispetto dei diversi ruoli.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy