Coordinamento Moderati

Comunicato stampa
Avanti tutta con le riforme. Dal Coordinamento dei Moderati l’invito alla classe politica, e in particolare alla maggioranza, a lavorare  intensamente per portare a compimento il nutrito pacchetto di leggi che attendono il varo consiliare.
Si è parlato innanzi tutto della legge di bilancio, al primo posto degli interessi della politica e del Paese. La preoccupazione che investe tutti in questo difficile momento storico va di pari passo con le raccomandazioni ad eliminare le tante distorsioni del passato.
E’ l’occasione buona – hanno detto i Moderati – per dare al bilancio quel rigore che attende ormai da troppi anni. Anche se le nuove misure fiscali ipotizzate dalla bozza in prima lettura, sono un boccone amaro per tutti, è necessario un nuovo senso di responsabilità. In quest’ambito si inseriscono però le sollecitazioni affinché le nuove tasse siano intese come misura straordinaria per superare un momento di grande difficoltà e che vadano immediatamente sostituite dalla riforma tributaria, che dovrà ridisegnare il sistema delle relazioni tra Stato e cittadini. Non solo, ma che il sacrificio ora ineludibile non vada a sostenere la voragine di sprechi che grava ancora sulla macchina pubblica, ma sia espressamente destinato ad avviare un nuovo periodo di crescita e di sviluppo.
L’equità, che tanto si invoca per i lavoratori frontalieri, deve essere declinata di pari passo anche per i sammarinesi con redditi medio bassi.
Molto apprezzato anche il pacchetto di leggi antimafia, che andranno a riorganizzare i corpi di polizia, a potenziare il nucleo di polizia giudiziaria, ad istituire il nucleo antifrode e la sezione intelligenze investigativa.
San Marino deve dare subito dimostrazione di fare sul serio – hanno caldeggiato i Moderati – e il sequestro dei beni della malavita organizzata deve essere destinato anche a ripianare i danni che questo triste fenomeno ha causato alla Repubblica.
I lavori sono proseguiti anche con una disanima delle leggi sulla naturalizzazione, il testo unico in materia di edilizia, la riforma delle Giunte di Castello, e l’istituzione dell’Ente Poste.
Infine, sono state messe in calendario alcune iniziative pubbliche per le prossime settimane.
San Marino 22 novembre 2011

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy