Costituita la Camera Penale sammarinese

Nella giornata di ieri è stata costituita la Camera Penale della Repubblica di San Marino, con 22 avvocati fondatori.

L’associazione si propone, fra i principali scopi, la promozione dei valori fondamentali della conoscenza del diritto penale, del giusto ed equo processo in una società democratica e della adeguata rappresentanza e tutela del diritto di difesa quale strumento di garanzia dei diritti fondamentali dell’individuo e di civiltà giuridica.

Fra le prime battaglie che vedranno impegnata la Camera Penale sammarinese, ci sarà, senza dubbio, quella mirata all’adozione di un nuovo codice di procedura penale, che vada a modernizzare, nel rito, negli istituti e nelle garanzie offerte, l’attuale normativa risalente al 1878.

L’associazione si proporrà come punto di riferimento e di supporto per gli avvocati che vorranno eleggere la propria specializzazione professionale nel processo penale, anche grazie alle sinergie che verranno auspicabilmente raggiunte con le altre Camere Penali, prime fra tutte quelle italiane.

Da ricordare come la giornata di ieri segni il punto di arrivo di un percorso che ha già visto gli avvocati penalisti sammarinesi convergere con quelli europei nell’Unione Internazionale fondata a Livorno lo scorso 17 maggio, entrandone ora a far parte a pieno titolo.

Sono stati eletti, alla carica di Presidente, l’avv. Maurizio Simoncini, di Vice-Presidente, l’avv. Simone Menghini, Segretario l’avv. Lara Conti e gli avv.ti Andrea Belluzzi, Caterina Filippi, Gianna Burgagni. M.Antonietta Pari, membri del Consiglio Direttivo.

Gli avv.ti Tania Ercolani ed Alessandra Greco compongono il Collegio dei Revisori, mentre Chiara Taddei, Gianni Cardelli e GianLuca Mularoni entrano a far parte del Collegio dei Probiviri.

Tutte le cariche avranno durata per un quadriennio.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy