Crisi SCM. L’Amministratore delegato Alfredo Aureli spiega “I tagli sono inevitabili”

I tagli sono inevitabili. Dolorosi, ma necessari per salvare l’azienda e sopravvivere alla crisi. Così sul Resto del Carlino di oggi Alfredo Aureli, Amministratore delegato di Scm Group, l’azienda da settimane alla ribalta delle cronache locali e nazionali per la ristrutturazione che porterà a mettere in cassa integrazione 900 dipendenti, chiudere la fabbrica di Rimini per spostare tutta la produzione a Verucchio.
Al vertice in Comune di oggi i sindacati chiederanno invece di utilizzare contratti di solidarietà e cassa integrazione ordinaria.
Mentre a Palazzo Garampi si tratterà, i lavoratori di SCM scenderanno ancora in piazza Cavour per scioperare.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy