Csu: Karnak, i lavoratori chiedono chiarezza sulle reali intenzioni dell’azienda

Karnak, i lavoratori chiedono chiarezza sulle reali intenzioni dell’azienda26 giugno 2012 – La FLI-CSU questa mattina ha riunito in assemblea i lavoratori della Karmak per affrontare la situazione creatasi con il licenziamento di 21 lavoratori (oltre al mancato rinnovo di un rapporto di lavoro), e in generale per discutere delle prospettive dell’azienda.
In assemblea si è ampiamente discusso delle motivazioni portate dall’azienda alla riduzione di personale, riconducibili al fatto che il fatturato si è dimezzato nell’arco degli ultimi quattro anni. La stessa direzione aziendale non ha tenuto conto della richiesta della Federazione Industria CSU di affrontare questa fase di forte calo dell’attività produttiva utilizzando strumenti alternativi ai licenziamenti, e nello specifico la Cassa integrazione e i contratti di solidarietà.
L’assemblea e la FLI-CSU chiedono all’azienda di mettere in campo con la massima tempestività ed efficacia le strategie di rilancio dell’attività produttiva che la dirigenza Karnak ha prefigurato, al fine di evitare in futuro il rischio di altri licenziamenti.
Facendo un passo indietro, va detto che fin da quando hanno iniziato a manifestarsi le prime difficoltà per l’azienda, culminate nella nota vicenda giudiziaria che ha coinvolto il suo massimo responsabile, la FLI ha chiesto un incontro con la direzione Karnak, in quanto aveva intuito il pericolo di una possibile riduzione del personale. Allora l’azienda aveva accusato il Sindacato di diffondere falsi allarmi e aveva negato questa eventualità. Ora, invece, a distanza di pochi mesi, i timori della CSU si sono avverati, a dispetto delle rassicurazioni – evidentemente false – precedentemente fornite dall’azienda.
Anche per questo motivo, dall’assemblea è emersa con forza la richiesta all’azienda di fare piena chiarezza sulle prospettive aziendali, mettendo le carte in tavola e dichiarando le sue reali intenzioni.
In tal senso, va rilevato che la Karnak ha cambiato in parte il gruppo dirigente; l’auspicio è che ciò possa contribuire, oltre che a favorire lo sviluppo dell’attività produttiva, a rilanciare su nuovi basi i rapporti con il sindacato unitario.
Va inoltre rilevato che da parte dell’assemblea vi è stata una ampia discussione sui criteri adottati dall’azienda per i licenziamenti. La FLI-CSU ha illustrato i diritti delle persone coinvolte nella riduzione di personale e le iniziative che saranno assunte per lo loro tutela. Tali argomentazioni saranno riproposte negli incontri con l’azienda e in quelli con le parti nel proseguo della vertenza aziendale.
FLI-CSU
Federazione Lavoratori Industria
 
 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy