Csu pronta per il tavolo tripartito

Chiuso il ciclo di assemblee con i lavoratori, le confederazioni sindacali tengono il punto sulla trattativa al tavolo unico. Sul tappeto ci sono i rinnovi contrattuali, il nodo della flessibilità d’orario e le misure anticrisi.
Le ipotesi di accordo finora scaturite dal confronto con governo e associazioni imprenditoriali saranno al centro, lunedì 22 giugno, delle valutazioni degli organismi confederali. Nella mattinata di lunedì, infatti, si riuniranno singolarmente i Consigli Direttivi sia della CSdL che della CDLS. Nel pomeriggio, i due Direttivi si riuniranno unitariamente, a partire dalle 14.30, presso la sala riunioni CSU.
Le confederazioni sindacali sono pronte a ritornare al tavolo tripartito per ricercare soluzioni equilibrate e responsabili. Le posizioni sono note: nessuna pregiudiziale sull’aumento delle attuali 36 ore di flessibilità, ma non è ammissibile un utilizzo discriminatorio e unilaterale da parte delle aziende. Sul fronte contrattuale il confronto si è finora bloccato sulle percentuali di aumento. In discussione c’è un 3.7% per il biennio 2009-2010. Il sindacato chiede venga destinato direttamente in busta paga, mentre le controparti puntano a dirottarne una quota (0,3%) nel fondo pensioni.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy