CULTURA. LA STAGIONE TEATRALE 2008-2009 DI SAN MARINO RADDOPPIA CON LA RIAPERTURA DEL ‘TITANO’

REPUBBLICA DI SAN MARINO

Ufficio Stampa del Congresso di Stato

SEGRETARIO MICHELOTTI: “NUOVA LINFA SOCIALE ANCHE PER IL CENTRO STORICO”

Diciannove appuntamenti di livello, due cartelloni e due teatri. La stagione teatrale della Repubblica di San Marino 2008-2009 partirà il 16 novembre con una prima importante novità: la riapertura, dopo cinque anni, dell’antico Teatro Titano di Città che ospiterà un cartellone di otto appuntamenti all’insegna della comicità.

La presentazione alla stampa della stagione di prosa sammarinese si è tenuta oggi al teatro Nuovo di Dogana, alla presenza del Segretario di Stato per la Cultura, Francesca Michelotti, del Dirigente dell’Ufficio Attività Sociali e Culturali, Gemma Cavalleri, di Enzo Santi, Presidente dell’Istituto Musicale Sammarinese e di Ettore Mularoni, per l’associazione culturale La Locomotiva.

Il Segretario di Stato, nel suo intervento, ha promosso il cartellone “doppio”: “Si distingue per la capacità di cogliere tanti aspetti del teatro e per il desiderio di soddisfare le istanze di un pubblico variegato”. E soprattutto “si caratterizza per essere sempre all’insegna dell’eccellenza e non si piega a condizioni di demagogia e populismo”. Tra gli appuntamenti infatti, c’è il dovuto omaggio al teatro classico, alla danza, ma anche alla comicità, per arrivare alla musica di Giovanni Allevi, in concerto con l’Orchestra Sinfonica di San Marino.

Il Segretario di Stato Michelotti ha quindi sottolineato il suo apprezzamento per la riapertura della sala di Città: “Il Titano, che ha raccolto l’antica eredità del Palazzo dei Condomini, ha istituzionalizzato l’arte teatrale nella Repubblica di San Marino e perciò occupa uno spazio riservato nella storia e nell’identità del nostro Teatro”. Non solo, la riapertura della sala di Città ha un altro importate merito: “La Capitale ha bisogno di riattivare la circolazione sociale, – spiega il Segretario di Stato – affievolita dal progressivo allontanamento della residenzialità del centro storico”.

Michelotti ha giudicato infine favorevolmente il programma pensato per la nuova sala, otto appuntamenti comici, tre dei quali selezionati dall’associazione sammarinese La Locomitiva: “Tutti noi abbiamo bisogno di ridere e sorridere, di fronte alle intemperie che il mondo sta vivendo, e il teatro comico è una scelta che di certo risponde alle esigenze di attualità”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy