Da San Marino sugli Ufo proposta a livello europeo

Nella Sede del Teatro Titano di San Marino Città con il patrocinio della Segreteria di Stato per il Turismo della Repubblica di San Marino e con il coordinamento del giornalista aerospaziale Roberto Pinotti si chiude oggi il 17° Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti Non identificati e i Fenomeni Connessi con la decisione di avviare la costituzione di un Comitato Ufologico Europeo per l’Informazione, realizzato su proposta del Centro Ufologico Nazionale italiano.
Scopo dell’iniziativa è concretizzare una funzionale politica europea dell’informazione, raccordando, in una struttura semplice e pratica, composta dai soli responsabili, delle principali pubblicazioni europee del settore (da quelle “storiche” e diffuse internazionalmente in abbonamento postale quali, la britannica “Flying Saucer Review” con Harry Challenger e la francese “Lumieres Dans La Nuit” con Joel Mesnard, alle italiane “Notiziario UFO” e “Dossier UFO”, distribuite su scala nazionale nelle edicole italiane e croate), l’impegno comune di divulgare al meglio termini e sviluppi del problema.
A parte tale importante decisione, l’intervento della delegazione del CUSI, il Centro Ufologico della Svizzera Italiana, guidato da Candida Mammoliti, quello del turco Haktan Akdogan del Centro Sirius per lo studio degli UFO e delle Scienze Spaziali, quello del croato Nikola Duper e quello dell’iraniano Shahram Tootoonchi, sono valsi a sottolineare il carattere internazionale dell’incontro sammarinese che ha visto altresì dibattere con l’apporto del regista e ricercatore Pier Giorgio Caria, i più recenti casi di riprese filmate dall’America Latina e quello, tutto italiano, del sensazionale “caso” costituito da Antonio Urzi. Le relazioni e gli interventi degli italiani Vladimiro Bibolotti, Alessandro Sacripanti, Susanna Urbani, Alfredo Benni, Massimo Angelucci, Vito Piero Di Stefano, Salvatrice Migliaccio, Giorgio Pattera, Moreno Tambellini, Aldo Rocchi e Franco Mari hanno conferito ulteriore spessore alla manifestazione che, salutata dal telegramma augurale del Generale Roberto Di Giorgio del Reparto Generale Sicurezza dell’Aeronautica Militare italiana, chiudendosi, ha rimandato il folto pubblico ai prossimi appuntamenti previsti a breve: quello di Paradiso a Lugano in Canton Ticino (Svizzera) del 25 Aprile, coordinato dal CUSI di Candida Mammoliti e quello di Tarquinia (VT) del 16 e 17 Maggio, coordinato da Alessandro Sacripanti.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy