Denuncia dei dipendenti del Servizio Igiene Urbana su uno scandalo del 1996

I dipendenti del Servizio Igiene Urbana denunciano con una lettera pubblicata su La tribuna Sammarinese uno scandalo risalente al 1996 sul trasporto dei rifiuti. Scandalo già oggetto di interpellanze in Consiglio da parte di politici allora all’opposizione ed ora al governo. In particolare viene accusato il Deputato di competenza di allora (1996?) Ottaviano Rossi di un contratto con la ditta SEA per il trasporto dei rifiuti, tirando fuori addirittura il nome di Romano Prodi (con citazione della seduta spiritica per cercare la prigione di Aldo Moro).

Di attualià, nella lettera, la citazione della discarica di Sogliano.

A quei tempi San Marino scaricava i rifiuti a Sogliano, cioè dove San Marino sarà costretta a scaricare necessariamente a partire dal 1° gennaio 2008 se la Provincia di Forlì Cesena lo consentirà (in alternativa stoccaggio in Repubblica!). Ebbene a quei tempi il comune di Sogliano tassava chi scaricava i rifiuti in discarica, con una somma pari a 5.200 lire a quintale, ma la SEA allo Stato di San Mairno ha fatturato 11.000 lire al quintale.
Domanda: San Marino per scaricare i rifiuti a Sogliano (ammesso che sia autorizzato) pagherà come le altre località della Provincia di Forlì Cesena oppure avrà il privilegio di un tariffario ad hoc essendo luogo extra Provincia, extra Italia ed extra Ue?

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy