Federico Podeschi tra i vertici LGBT all’Euro Pride di Varsavia

Si tiene oggi a Varsavia l’Euro Pride, l’Evento annuale con il proposito di stimolare il dibattito sulla parità dei diritti umani per le persone gay, lesbiche, bisessuali, e transgender e per festeggiare il progresso raggiunto nei paesi europei.

Tra i relatori Federico Podeschi che è stato invitato a presentare un dibattito sulle opportunità che l’orientamento sessuale e l’identità di genere comportano per i paesi emergenti.

L’Euro Pride, che il prossimo anno si terrà a Roma, prevede tante attività a livello politico, culturale, sportivo, e ricreativo. Tra queste, il raduno del 3° Forum Internazionale per il Business LGBT, in altre parole un convegno organizzato dall’Associazione Europea dei Manager Gay e Lesbiche (EGMA) e IBM che prevede la partecipazione di leader e manager politici e nell’ambito commerciale da tutta l’Europa.

Federico Podeschi, a capo del Centro per Eccellenza per le Persone LGBT del
Galles e Presidente dell’Associazione LGBT San Marino, sarà affiancato da Andreas Citak Direttore del colosso informatico IBM, Angelo Caltagirone Presidente di EGMA, Ulrike Lunacek ­ capo della delegazione Austriaca nel Parlamento Europeo, e Matteo Bonini-Baraldi ­ Manager presso l’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali.

Podeschi contribuirà al dibattito con la sua esperienza nel campo dello sviluppo delle pratiche legislative e commerciali presso il Governo Gallese ed esporrà anche un resoconto sui difficili passi intrapresi da LGBT San Marino per migliorare la situazione per le persone gay nella Repubblica di San Marino.
Egli commenta inoltre :.

L’Euro Pride, che da anni ha lo scopo di aiutare a portare cambiamenti in tanti paesi, è stato programmato a Varsavia in seguito agli attacchi contro le persone LGBT che sia Governo che le autorità polacche avevano tentato, senza riuscirci, di perseguitare. La Polonia ha dimostrato negli ultimi dodici mesi un progresso da ammirare per quanto riguarda i diritti umani delle persone gay, anche grazie al progettato arrivo dell’Euro Pride.

Federico Podeschi conclude :.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy