Festa Amicizia 2013. Report III serata sabato 17 agosto 2013

RESOCONTO FESTA
DELL’AMICIZIA III SERATA

(comunicato stampa)

Dopo il boom di venerdì sera, la serata di ieri
ha visto alla 40a Festa
dell’amicizia del Partito Democratico Cristiano Sammarinese
, ancora circa 2000
persone, in piazza a Serravalle.
 

Novità della serata, in piazza bertoldi, la
presenza di Nory e le Miss Dance, alla
loro prima apparizione a San Marino, con uno spettacolo musicale che riportava
ai giorni nostri i migliori successi musicali degli ultimi 40 anni. Ottima
presenza giovanile agli orti Masi, dove il seguito locale delle giovani band
musicali ha animato l’Amicizia Live
Festival
per tutta la serata.

Sulla terrazza dell’Ex-Ritrovo, ancora una volta
la gente è rimasta in piedi, per partecipare alla serata politica che ha
incentrato la propria attenzione
sul tema
“65° del PDCS: la tradizione che sospinge
il futuro”
con la partecipazione di Marco
Arzilli, Alessandro Cardelli, Edda Ceccoli, Lorenzo Lonfernini, Teodoro
Lonfernini, Luigi Mazza e Mario Venturini
.
 

Un confronto che ha fatto il punto sul percorso
della Democrazia Cristiana, passando dalla rievocazione storica, alle nuove
prospettive ed alle attese per il futuro, di un Partito che ha contribuito allo
sviluppo e alla vita politica di San Marino per ben 65 anni.
 

Dopo il saluto di Barducci all’Avv. Belluzzi, storico fondatore della DC, l’incipit di Edda Ceccoli, che si è autodefinita
parte della tradizione ha ricordato la nascita della DC, per volere di Delio
Masi, all’Acquaviva. Un gruppetto di cattolici che, nel panorama di conflitto
tra comunismo e anticomunismo si unirono per riaffermare il proprio diritto di
presenza nel Paese. Una presenza fatta di giustizia, di solidarietà, di
riconoscimento dei diritti dei più deboli. Perché dove c’è stata la DC, ci sono
stati anche questi valori. L’ex-consigliere DC ha richiamato tutta l’assemblea
a non allentare questo legame dai valori di riferimento, fondamentali per affrontare
ogni scelta attuale e per una presenza più chiara e coraggiosa dei Democratici
Cristiani a San Marino.
 

Il più giovane dei consiglieri, Alessandro Cardelli, ha ricordato come
la DC debba tornare a guardare ai giovani, non solo a parole ma intervenendo
sui problemi giovanili con la forza dei fatti. Perché i giovani hanno invertito
la rotta e, di fronte alla crisi, vogliono mettersi in gioco in prima persona.
Sebbene per un giovane non sia semplice fare esperienza in un partito, la DC ha
lasciato molti spazi ai propri giovani, che contano 12 membri nelle commissioni
non consiliari, uno in Consiglio Grande e Generale, uno in una Segreteria di
Stato. Giovani pieni di entusiasmo, che vogliono crescere, e che – ha concluso
il giovane DC – chiedono alla dirigenza di essere maggiormente ascoltati e
coinvolti, per un rinnovamento sostanziale della politica che torni ad essere
esemplare per la gente.
 

Lorenzo
Lonfernini
, esponente UPR, ed ex-Presidente DC, ha fatto gli auguri alla DC
considerandola un pezzo importante della storia del Paese e facendo un bilancio
positivo dell’operato per il bene comune e la crescita di San Marino. Ha
ricordato la scissione riguardante DDC ed UPR motivata da un differente modo di
gestire il Partito e le scelte per il Paese, che li hanno visti progressivamente
in disaccordo. Dopo la presa d’atto da parte dell’UPR del rinnovamento interno
alla DC, l’apertura fatta dal Segretario Gatti proprio al Congresso UPR, ed il
patrimonio comune di valori, possono essere – secondo Lonfernini – una buona
base di partenza per un percorso di progressivo riavvicinamento, in un futuro
non lontano.
 

Di famiglia democristiana da sempre, il Segretario di Stato per l’Industria Marco
Arzilli
, ricorda di avere lascito la DC non per rinnegare i valori del
Partito, ma per un contrasto con la dirigenza di allora e per lo scontro di
correnti che rendeva difficile fare vera attività politica. Sulla base dei
valori comuni, riproposti in NS, Arzilli ha ricordato l’ottima collaborazione
con il Segretario Gatti sottolineandone la lungimiranza in fase elettorale ed
il coraggio nelle scelte, nonostante le critiche subite. Scelte politiche che
hanno dato ragione al Segretario DC con la vittoria elettorale. Ricordando di
essere nella stessa lista, che ha un unico capogruppo consiliare, Arzilli ha
sottolineato il valore di questo legame e la volontà di andare avanti nel solco
tracciato dall’ex- Segretario DC Valentini e confermato dal Segretario Gatti,
perché la politica sia sempre più vicina alla gente.
 

Mario
Venturini
,
ha ricordato che la nascita di AP avvenne con buona parte dei membri ex-DC, ma
non solo. Esponenti che si erano distaccati per un problema di leadership tra
gli scudocrociati, che aveva fatto tabula rasa degli oppositori, causata da una
partitocrazia che stava emergendo anche a San Marino trasformando i partiti in
macchine da voto. Dopo il Governo di centrosinistra naufragato perché vennero
disattesi i progetti per cui era nato, Venturini ricorda di aver trovato nel
2008, proprio nella DC, un interlocutore attento sulla via del cambiamento. Il
cambio dei Segretari politici, per una linea che non si identificava più nel
vecchio modo di fare politica, ha consentito quell’alleanza con la DC che
finora – a detta di Venturini – ha funzionato. Un’alleanza positiva che dal
Patto per San Marino ha abbracciato un cammino irreversibile e che sta ancora
continuando.
 

Rigore insieme ad una corretta revisione della
macchina istituzionale del Paese è la ricetta del Segretario di Stato per il Turismo e Presidente del Consiglio Centrale DC
Teodoro Lonfernini
, per affrontare la situazione attuale. Rigore e poi
crescita. Senza queste azioni non emergerà solo un problema di sopravvivenza
della maggioranza, ma dell’intero Paese. Per Lonfernini è necessario
ricostruire il Paese dalle macerie, frutto di indecisioni e di non scelte e ci
sono alcune leve fondamentali sulle quali agire tra cui il settore turistico.
Tutta la DC, insieme a coloro che ieri sera erano seduti attorno al tavolo,
possono rappresentare questo sviluppo. Per il Presidente DC i prossimi
interventi dovranno essere di alleggerimento della PA, delle retribuzioni,
delle persone ma soprattutto degli sprechi.
 

Per Luigi
Mazza, capogruppo DC-NS
, nel futuro di San Marino c’è un paese che non sarà
più quello del passato. La crisi che ha investito la DC per le lotte di potere
ha indebolito anche l’azione dei Governi precedenti, perché non si fanno scelte
importanti quando non c’è stabilità. Per Mazza, il rinnovamento di questi anni compiuto
dalla DC è legato alla linea politica scelta ed al gruppo dirigente che
continua a portarla avanti. Di fronte alle grandi necessità del Paese, i grandi
partiti politici devono prendersi la responsabilità di scelte forti. Quando la
fase di emergenza finirà, e si tornerà alla politica dell’alternanza, sarà importante
che si configuri un’area di centro che fondi la propria azione su valori comuni.
In questo, il capogruppo DC vede la differenza tra la prima decade del 2000,
anni di separazione e di crisi, e la seconda decade, tempo di ricostruzione di
una grande area che deve vedere assieme tutti coloro che, ieri sera, erano a
quel tavolo. Per la DC, il rinnovamento politico non è rivoluzione, ma conferma
di quelle conquiste sociali fatte in decenni di storia perché diventino
garanzia per costruire il futuro.
   

Questa
sera, alle ore 21.00, in piazza Bertoldi, il Segretario Politico del PDCS Marco Gatti, interverrà con il proprio
discorso, per concludere la ricca proposta politica della Festa dell’Amicizia e
dare linee e spunti per il futuro cammino del PDCS.
 

Per chi desiderasse vedere l’intero contenuto
degli interventi, può visitare il canale di Youtube del PDCS, la pagina
Facebook o il sito www.pdcs.sm, nella sezione
“video”.
 

L’ultimo
appuntamento, in piazza Bertoldi, è alle 19.00 con la Rimini Dance Company e, alle ore 21.30 la muisca folk di Marianna Lanteri della grande orchestra
Bagutti
.

Alle
21.00, lo spettacolo di bolle di sapone
giganti per tutti i bambini
.

Agli
orti Masi, dalle ore 21.00 continuerà l’Amicizia
Live Festival
, che vedrà sul palco le ultime 6 band giovanili!
 

Per
tutta la durata della Festa, inoltre, troverete stand espositivi, ruota della
fortuna e animazione per i vostri
bambini
con zucchero filato, palloncini trucca bimbi e il castello gonfiabile.
 

Oggi
si è conclusa la 10° Podistica
dell’Amicizia
, con grande partecipazione di iscritti, e ha dato appuntamento
a tutti i partecipanti per il prossimo anno.
 

Questa
sera, sul finire della serata, ci sarà l’estrazione dei numeri vincenti della Lotteria dell’Amicizia che, anche
quest’anno mette in palio un’auto Fiat 500 1.2 Pop come 1° premio ed uno scooter
Honda PCX 150 come 2° premio.
 

Siete
tutti invitati!!

L’ufficio
stampa del PDCS
 

San Marino, 17 agosto 2013

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy