Fondazione Giovanni Paolo II: corso di Dottrina Sociale

Collaborare all’umanizzazione della società del nostro tempo’. In questi termini Mons. Luigi Negri, Vescovo di S. Marino-Montefeltro, ha indicato lo scopo del Corso di Dottrina sociale della Chiesa, promosso dalla “Fondazione Internazionale Giovanni Paolo II per il Magistero Sociale della Chiesa”, presieduta da Mons. Negri e diretta da Marco Ferrini. (scarica il programma)

Il Corso – come risulta dal programma – si articolerà in cinque incontri pubblici (aperti a tutti) con relativi seminari di approfondimento (riservati a chi sarà interessato a un ulteriore lavoro di studio e discussione).
Gli incontri pubblici si svolgeranno sempre il Venerdì sera alle ore 21.

A inaugurare il corso sarà il 20 aprile al Teatro Turismo di S. Marino, lo stesso Mons. Negri, con una lezione sulla storia e i principi della dottrina sociale cristiana, mentre il secondo incontro si terrà il 25 maggio presso il teatro “Tarkovskij” di Rimini, con Mons. Giampaolo Crepaldi, Segretario del Pontificio Consiglio “Iustitia et Pax”, sul principio di “sussidiarietà” e le responsabilità della società civile. Gli altri tre incontri si svolgeranno tutti il prossimo autunno presso il Teatro Concordia di S. Marino: il 21 settembre col prof. Luigi Alici, dell’Università di Macerata, sui valori della democrazia e la responsabilità politica dei cattolici; il 26 ottobre col prof. Stefano Zamagni, dell’Università di Bologna, sulla libertà di impresa e la solidarietà sociale; il 23 novembre col prof. Roberto Colombo, dell’Università Cattolica di Milano, sulla dignità della vita e la bioetica.

“Antropologia e quindi famiglia ed educazione, società civile e sussidiarietà, democrazia e politica, economia e solidarietà, vita e bioetica: questi in sostanza – ha sottolineato Mons. Negri – i cinque temi che la Fondazione Giovanni Paolo II ritiene particolarmente urgenti come contenuto del lavoro di formazione che il Corso di Dottrina Sociale intende offrire a tutti coloro che sono seriamente impegnati, a vario titolo, nei diversi ambienti sociali, per promuovere la dignità della persona umana e per costruire condizioni sempre più adeguate per una convivenza civile che sia rispettosa della libertà, della giustizia e della pace. L’urgenza di questa attività educativa e formativa – ha ribadito il Vescovo – è oggi ulteriormente acuita da un clima culturale in cui il degrado della ragione sembra ormai aver toccato il fondo: la fede cristiana, attraverso il magistero sociale della Chiesa, intende perciò contribuire a rilanciare ed allargare un retto concetto di ragione, come costantemente richiamato da Benedetto XVI , affinché l’uomo sia davvero uomo e non si abbruttisca come invece sta purtroppo accadendo”.

Proprio per favorire un puntuale approfondimento di tali tematiche, in vista di una operosa presenza dei cristiani e di tutti gli uomini di buona volontà nel contesto sociale, a ciascuno dei cinque incontri pubblici seguirà ogni successivo sabato mattina, dalle ore 9,30 alle ore 12, sempre presso la sede della Fondazione, in Piazza Filippo da Sterpeto 12, Domagnano, R.S.M., un seminario che favorisca un esame critico degli argomenti presentati la sera precedente, mediante un dialogo guidato (dal relatore della sera precedente e/oda un membro del Comitato Scientifico della Fondazione) tra tutti coloro che, per le responsabilità che si trovano ad esercitare, si sentiranno particolarmente interessati a partecipare a questo ulteriore momento di lavoro (dando in questo caso anticipata conferma della propria presenza).

Per ogni riferimento organizzativo, la segreteria della Fondazione Giovanni Paolo II è aperta ogni pomeriggio, dal lunedì al venerdì (tel. 0549-987112, cell.335-7930402).

Fondazione Giovanni Paolo II – Comunicato Stampa

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy