Frontalieri di San Marino. L’ultima beffa da Roma

Per i frontalieri di San Marino, dopo tante promesse, salta anche il piccolissimo –
e già annunciato – aumento (500 euro) della franchigia.
Lo fa sapere la Confederazione Democratica dei Lavoratori Sammarinesi (Cdls).

‘E’ il solito stucchevole balletto della Legge Finanziaria’, commenta amaro il vice segretario CDLS, Luca Montanari.
‘Le intese bipartisan raggiunte nelle Commissioni di un ramo del Parlamento vengono poi cancellate all’ultimo momento dalle esigenze di cassa del Ministero del Tesoro’.

Sette anni di precarietà fiscale. ‘Ma il problema – insiste Montanari – di un innalzamento di questa area no-tax ferma dal 2003 resta aperto.
La soglia degli 8mila euro è inadeguata sia rispetto al progressivo aumento del costo della vita che al continuo inasprimento fiscale introdotto con la doppia tassazione’.

Vedi comunicato Cdls

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy