Governo di San Marino. Decreto dati Cis e Bac, precisazioni

Il  Governo della Repubblica di San Marino ha diffuso alcune precisazioni circa il decreto varato ieri in merito ai dati sui conti dei clienti  di  Credito
Industriale Sammarinese
, proprietà della  –commissariata
– Banca Carim (Cassa di Risparmio di Rimini),  e della Banca Agricola
Commerciale della Repubblica di San Marino
,  proprietà di Unicredit.

La trasmissione dei dati alla capogruppo estera era già stata disciplinata dal
legislatore a gennaio del 2010, con la riforma dell’art.36 comma 6 della Legge
n.165/2005 apportata dalla Legge n. 5/2010. Tale trasmissione è consentita, ora
come allora, unicamente se finalizzata al rispetto delle norme sulla vigilanza
consolidata. Ciò significa che la capogruppo estera (al pari di quella
sammarinese) ha diritto di ottenere dalla controllata, ora come allora,
unicamente le informazioni attinenti quei rapporti che generano l’assunzione di
rischi (ad esempio di credito) a livello di gruppo.

Vedi comunicato ufficio stampa Congresso di Stato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy