Guerra, sindaci a caccia di case libere per accogliere i profughi ucraini

Piccoli Municipi già mobilitati: «Contratti regolari, paga lo Stato». Il prefetto chiede ai Comuni di verificare quanti immobili si possono reperire sul territorio.

La provincia di Rimini prepara l’accoglienza per i profughi in fuga dalla guerra in Ucraina. Per fronteggiare la situazione, il prefetto Giuseppe Forlenza ieri ha incontrato i sindaci del territorio, il rappresentante della Diocesi di Rimini e quello della Comunità ucraina.

In una sola settimana di combattimenti sono arrivati sul territorio riminese oltre 150 tra donne, uomini e bambini. E in tutti le zone i cittadini si stanno mobilitando per la raccolta di abiti, medicinali di primo soccorso e alimenti a lunga conservazione da far arrivare direttamente a Leopoli in Ucraina.

Il prefetto ha chiesto ai Comuni di capire quanti immobili possano essere messi a disposizione degli ucraini sui singoli territori. Le abitazioni verranno prese in affitto e la quota sarà saldata dai singoli Comuni con fondi in arrivo dallo Stato. (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy