Il degrado dell’Istituto Musicale Sammarinese

L’Istituto Musicale Sammarinese (IMS) è da 35 anni una realtà importante del nostro territorio.
Pur non facendo parte (incomprensibilmente) del sistema scolastico nazionale, l’Istituto conta oggi più di 500 allievi, tra iscritti ai corsi di strumento e iscritti alle attività di propedeutica musicale. L’Istituto collabora in maniera efficace e continuativa con le scuole di ogni ordine e grado della Repubblica, realizzando in sinergia con queste realtà numerosissime iniziative di avvicinamento dei bambini alla musica.
Nel corso degli anni moltissimi ragazzi hanno completato i corsi di strumento presso l’Istituto, conseguendo titoli di studio presso Conservatori italiani e diventando musicisti professionisti. Ancora più numerosi sono i giovani e le famiglie che grazie alla nostra scuola si sono avvicinati al mondo della musica, imparando ad apprezzarla più consapevolmente.
L’edificio che ospita l’IMS sta letteralmente cadendo a pezzi!
È di qualche giorno fa il distacco di un paio di metri di cornicione: solo il caso ha voluto che nessuno stesse passando sul marciapiede sottostante al momento del crollo dei calcinacci!
La situazione di degrado è sotto gli occhi di tutti: degli allievi (170 sono bambini dai 4 ai 7 anni), dei genitori, del personale docente e non docente. Locali fatiscenti, impianto elettrico fuori norma, controsoffitti e intonaci che crollano, condizioni di sicurezza precarie, uscite di sicurezza insufficienti o inesistenti, muri sporchi, barriere architettoniche insormontabili, aule in numero insufficiente (quest’anno la scuola ha dovuto affittare da un privato una sala esterna per riuscire a svolgere le attività previste per i più piccoli). A ciò si aggiunga un impianto di riscaldamento obsoleto, alimentato ancora a gasolio.
Nel 2008 fu indetto un concorso di architettura per la ristrutturazione dell’edificio. Individuato il progetto vincitore, partirono gli adempimenti burocratici, che portarono all’approvazione definitiva e allo stanziamento necessario all’inizio dei lavori. Tutto sembrava procedere ma … le storie sammarinesi non hanno mai un finale scontato.
Sembra infatti che la pratica abbia dovuto riprendere da capo l’iter burocratico delle commissioni, cosa che ritarderà di molto l’apertura del cantiere. Non ne conosciamo il motivo. Quello che è certo è che al momento non abbiamo nessuna garanzia sulla data di inizio dei lavori.
All’inizio dell’anno scolastico 09/10 abbiamo formalmente chiesto al Consiglio di Amministrazione dell’Istituto di provvedere almeno ai lavori più urgenti di manutenzione e imbiancatura: ci è stato risposto che a breve sarebbe partita la ristrutturazione, quindi non valeva la pena sprecare risorse. Lo scorso anno un’insegnante è caduta dalle scale: a quel punto qualcuno ha deciso che avevamo diritto al corrimano che chiedevamo da anni. Se qualcuno fosse stato ferito gravemente dalla caduta del cornicione di qualche giorno fa, forse …
Occorre fare delle scelte: l’IMS può continuare a rimanere nel suo edificio storico solo se ne intraprenderà una radicale ristrutturazione. Se ciò non avverrà le istituzioni di questo paese dovranno garantire alla scuola una sede alternativa dignitosa. Ma è necessario fare in fretta, molto in fretta.
Il personale docente e non docente dell’Istituto Musicale Sammarinese

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy