Il Patto tiene e rilancia

Il Patto tiene e rilancia
La ripresa passa attraverso la stabilità e la capacità del governo di affrontare le emergenze

Il vertice di ieri pomeriggio tra Patto e Governo è stata l’occasione per chiarire qualche fibrillazione di troppo e mettere le basi di un nuovo rilancio. I “distinguo” di qualche esponente politico durante l’ultima sessione del Consiglio Grande e Generale, non hanno inficiato né il clima dell’incontro né il riconoscimento – da parte di tutti – della bontà del lavoro fin qui svolto dall’esecutivo, nonostante la fase di grande difficoltà che il Paese attraversa.
La congiuntura internazionale e il mutato quadro di rapporti fra gli Stati, per cui molti eventi sono al di sopra della volontà e del potere di intervento del Governo, costringono San Marino a un cambio di sistema radicale. Per questo chi vuole tutto e subito è fuori strada allo stesso modo di chi pretende di affrontare i problemi con scelte discutibili e improvvisate. La ricerca della massima condivisione attraverso il confronto e la discussione, è stata giudicata la strada maestra per le riforme strutturali di cui ha bisogno la nostra economia.
L’emergenza e il metodo sono stati gli argomenti su cui i rappresentanti delle forze di maggioranza hanno insistito con particolare attenzione.
L’emergenza impone interventi immediati e decisioni coraggiose come quelle contenute nella manovra finanziaria presentata nell’ultimo Consiglio. Accanto ai provvedimenti già adottati (residenze, licenze, commercio, pacchetto “trasparenza”), che hanno l’obiettivo di accompagnare il cambio di sistema e di cominciare a fornire nuovi strumenti di sviluppo, Governo e Patto hanno riconfermato la volontà di intervenire quanto prima sulla riforma fiscale, sulla riforma della P.A. e sui tagli alla spesa corrente – come previsti nella manovra finanziaria – e di lavorare fin da subito sui contenuti della legge di Bilancio.
Il metodo è stato considerato il fulcro su cui si innesta la coesione di una coalizione. Governo e Patto hanno riconosciuto che la maggioranza è chiamata a dare prova di stabilità, equilibrio e capacità di coinvolgere tutte le sue componenti, e che c’è la necessità – da parte di tutti, a cominciare dai Segretari di Stato – di fare ancora di più per superare l’emergenza ed affrontare con determinazione le difficoltà che caratterizzeranno i prossimi mesi.
Per tutto questo Governo e Patto si sono dichiarati pronti e preparati a tenere fede all’impegno preso con i cittadini e con il Paese.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy