Il tentativo di dare al Paese un governo povero numericamente

Il tentativo di dare al Paese un governo povero numericamente, rivelatosi ancor prima della prova dei fatti anche ben poco coeso, e le successive consultazioni, che non potevano che portare alla presa d’atto della necessità di rimettere il mandato agli elettori, hanno ufficialmente sancito la fine di una fase politica convulsa e estremamente dolorosa per chi, come noi, ha a cuore le sorti del Paese.

Nel valutare gli ultimi avvenimenti, l’assemblea di NOI SAMMARINESI ha inteso ribadire che l’unica scelta responsabile da parte delle forze politiche sarebbe stata proprio quella di sciogliere il Consiglio Grande e Generale, anteponendo così gli interessi del Paese a quelli personali o di schieramento. E’ necessario ridare autorevolezza alla democrazia che contraddistingue San Marino da secoli.

L’assemblea di NOI SAMMARINESI sta valutando attentamente, alla luce della nuova legge elettorale, gli schieramenti che si stanno definendo ed auspica la fine della vecchia politica e la nascita di una fase nuova, libera da vincoli di lobbies e caratterizzata da un profondo senso del bene comune.

NOI SAMMARINESI ha certamente dato un importante contributo alla formazione di quella che si sta caratterizzando come una possibile coalizione. Siamo convinti che ogni soggetto politico, con la propria storia e le proprie esperienze, possa dare un contributo indispensabile per garantire ai cittadini di questa Repubblica stabilità e certezze.

È per questo che Marco Arzilli, rappresentante di NOI SAMMARINESI all’interno del Consiglio Grande e Generale, con atto di grande responsabilità, ha consegnato nella mattinata odierna le proprie dimissioni alla Ecc.ma Reggenza.

NOI SAMMARINESI evidenzia come una simile unità di intenti dei partiti e movimenti della nascente colazione costituisca un segnale forte nell’ottica di una collaborazione futura per il bene del Paese.

E’ il momento, ora, di scrivere il futuro di questa Repubblica e NOI SAMMARINESI ci impegniamo fin d’ora a farlo insieme a tutti i cittadini.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy