Incentivi alle aziende di San Marino per la ricerca industriale

Il Congresso di Stato nella seduta del 25 febbraio u.s. ha adottato, su proposta del Segretario di Stato per l’Industria, l’Artigianato, il Commercio, la Ricerca e i Rapporti con l’A.A.S.S., Tito Masi, un Decreto Delegato che introduce nuovi schemi di finanziamento per sostenere i progetti di Ricerca e Sviluppo promossi da aziende sammarinesi. Il piano di interventi messo a punto dal Governo per completare il quadro normativo con il quale promuovere l’attività di ricerca industriale si arricchisce, con questo Decreto, di un ulteriore provvedimento mirato allo sviluppo di progetti nazionali.

Per la prima volta vengono concessi finanziamenti agevolati e vengono accordate forme di incentivo alle aziende sammarinesi che realizzano progetti di Ricerca e Sviluppo in maniera autonoma, o associata con altre aziende sammarinesi, senza la collaborazione con partners esteri appartenenti ai Paesi membri del network Eureka.

Tra gli interventi stabiliti, la forma basilare di incentivo rimane il credito agevolato, al quale si aggiunge la possibilità di scegliere un’ulteriore forma di incentivo fra il credito d’imposta IGR o lo sgravio di contributi ISS entro determinati limiti. Le modalità procedurali per accedere ai finanziamenti ed agli altri incentivi sono le stesse previste dal Decreto dell’1/12/2006 n.126 riguardante i progetti di cooperazione internazionale per la Ricerca, mentre al fine di garantire la massima efficacia alla disciplina che regola la concessione dei finanziamenti, è stata aggiornata la modulistica con una più chiara e precisa indicazione di certificazioni, dichiarazioni e documenti richiesti.

In termini numerici, anche in vista dell’entrata in vigore di questo Decreto, i contributi in conto interessi per crediti agevolati e gli oneri per sgravi contributivi alle imprese finalizzati alla Ricerca stanziati nel bilancio dello Stato, sono passati dai 210.000 euro del 2007 ai 390.000 euro del 2008; a questo importo va aggiunto il ben più consistente ammontare del credito d’imposta.

Valorizzando anche i progetti nazionali, il Governo continua ad investire risorse per incentivare l’attività di Ricerca e Sviluppo industriale, un settore di particolare importanza per la crescita economica del Paese, del quale il Governo intende potenziare i campi applicativi.

Comunicato stampa

Segreteria di Stato per l’Industria, l’Artigianato, il Commercio,

la Ricerca e i Rapporti con l’A.A.S.S.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy