Inchiesta a San Marino sul caso Riccio-Zechini

In Commissione Esteri, diversi consiglieri della maggioranza Patto per San Marino, votano a favore della proposta dell’opposizione per l’avvio di una indagine che faccia chiarezza su un – supposto – scambio di minacce ai vertici delle forze dell’ordine della Repubblica di San Marino.

Lo riferisce l’Agenzia Dire Torre1.
Sara’ un’indagine a fare luce sulla
querelle delle settimane scorse tra il capo della Gendarmeria,
Achille Zechini, e il “superpoliziotto”, Sabato Riccio. La
commissione Affari esteri di oggi si chiude infatti con un colpo
di scena: viene approvato, con 9 voti favorevoli, 5 contrari e un
astenuto, un ordine del giorno presentato dall’opposizione che
chiede di fare chiarezza su quanto successo attraverso l’apertura
di un’indagine.
Una richiesta che ha evidentemente fatto breccia
in qualche consigliere di maggioranza.
Infatti, gia’ durante il
dibattito, pacato, i consiglieri del Partito democratico
cristiano sammarinese, Francesco Mussoni e Teodoro Lonfernini,
hanno messo in evidenza la necessita’ di essere trasparenti e
fare chiarezza.
E lo stesso Mussoni ha annunciato il suo voto di
astensione.



Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy