Incidenti stradali: a Rimini diminuiti del 31,6% nel 2008

Con un calo del 31,6% di incidenti mortali rispetto l’anno passato, Rimini si conferma nel 2008 una
delle provincie italiane con il minor tasso di vittime della
strada.
Alberto Rossini, assessore per gli Osservatori
Statistici, Mobilita’ e Trasporti della Provincia di Rimini, in
un comunicato sottolinea come “si sia passati da 59 decessi nel
2001 a 26 nell’ultimo anno; la provincia sta raggingendo
l’obiettivo fissato dall’Unione Europea con il programma Vison
Zero di dimezzare i decessi entro il 2010”.
Rimini evidenzia dunque l’indice di mortalita’ piu’ basso
della regione con l’1,5%, contro una media di 2,3%, ed e’ seguito
da Bologna e Modena che segnano un 2%.
Tra le cause principali di
incidente mortale c’e’ una guida “distratta e indecisa” (15%)
subito seguita dall’alta velocita’ (12%).

Giovani e anziani sono
i soggetti piu’ a rischio: hanno piu’ di 70 anni il 24% delle
vittime e tra i 24 e i 29 anni il 14%.
E’ sceso anche il numero
complessivo degli incidenti che e’ passato da 2490 nel 2007 a
2444 l’anno successivo; sempre meno anche i feriti che scendono
da 3380 a 3340, diminuendo del 1,2%. Le strade urbane si
confermano piu’ pericolose delle extra urbane (17 morti contro 9)
e le piu’ pericolose a Rimini sono la statale 16 che registra 7
morti e 426 feriti; la Marecchiese, 5 morti e 120 feriti; la
statale Emilia, 2 morti e 91 feriti; la superstrada di San
Marino, 2 morti e 68 feriti e infine si dimostra piu’ sicura
l’A14 con 51 incidenti e 102 feriti.
I piu’ esposti ai rischi della strada
sono coloro che guidano i ciclomotori, 504 incidenti nel 2008, i
motociclisti (663) e i ciclisti (397)
. Dai dati emerge che il 69%
dei morti nella provincia di Rimini, era a bordo di un mezzo a
due ruote; luglio e agosto i mesi con piu’ sinistri: 912 feriti e
11 morti l’anno passato.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy