Incontri con i partiti e Patto per San Marino

Nella giornata di venerdì 5 novembre sono proseguiti gli incontri con le forze politiche che il PSD ha richiesto per discutere della delicata situazione attuale del Paese e le proposte che contenute nel documento ‘essere capaci di realizzare il cambio di passo’.
Durante la mattinata il PSD ha ricevuto i partiti della coalizione di maggioranza. Il tentativo del PSD è stato quello di affrontare con franchezza e al di là delle polemiche i temi del rapporto con l’Italia e della crisi economica, soprattutto come uscire da questa situazione di pericolo per il futuro del Paese. Le proposte contenute nel documento sono state valutate degne di ulteriori approfondimenti, anche se in generale non si è riscontrata uniformità rispetto all’esigenza, sostenuta dal PSD, di dover compiere velocemente e unilateralmente i provvedimenti descritti nel documento che vanno nella direzione della collaborazione internazionale e della trasparenza, elementi utili per lo sblocco della trattativa con la Repubblica Italiana.
In conclusione, i rappresentanti del Patto per San Marino hanno espresso la volontà di discutere all’interno della maggioranza ed assieme all’esecutivo la possibilità di un maggior coinvolgimento di tutte le forze politiche e sociali, su temi fondamentali per il Paese. Il PSD ritiene interessante tale percorso, qualora vi siano margini concreti per incidere e aiutare il Paese ad andare nella giusta direzione.

Nel pomeriggio presso la sede del PSD si sono quindi incontrati gli Europopolari per San Marino ed i Democratici di Centro, per la prima volta in delegazione assieme, dato il percorso di costituente di centro intrapreso dalle due forze politiche. Non sfugge al PSD la positività dei processi di aggregazione, che come questo, sono in grado di combattere la frammentazione partitica e di favorire una nuova politica. E’ stato unanime l’apprezzamento per l’iniziativa di confronto e si è evidenziata come esigenza imprescindibile quella di spiegare al Paese la gravità del momento, soprattutto in relazione ai conti pubblici, dato il deficit di quest’anno, che si ritiene maggiore di quanto indicato, e soprattutto quello del prossimo anno. Generale condivisione è stata espressa anche per quanto riguarda le proposte suggerite dal PSD per riavviare la trattativa con l’Italia, che è di fondamentale importanza per la salute dell’economia e per la quale è necessario che sia San Marino a muovere dei passi, poco serve arroccarsi su posizioni di attesa come quella del Governo attuale.
Gli incontri continueranno nei prossimi giorni con tutte le forze sociali e le categorie economiche, il cui ascolto e contributo viene ritenuto fondamentale dal PSD.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy