Indagine Congiunturale Confindustria Rimini: il 58,33% delle imprese associate ha diminuito la produzione, l’occupazione è stazionaria

Confindustria ha presentato ieri un’indagine a campione (72 imprese associate) al fine di valutare la situazione congiunturale negli ultimi tre mesi.

Per quanto riguarda la situazione attuale 42 aziende (il 58,33%) hanno dichiarato una diminuzione della produzione, 44 (61,11%) una diminuzione degli ordini interni e 29 (40,28%) una diminuzione degli ordini esteri. L’occupazione è stazionaria per 45 aziende (62,50%) e in diminuzione per 22 (30,56%), gli investimenti sono stazionari per 36 aziende (50%) e in diminuzione per 26 (36,11%).
Sulle previsioni 34 aziende (47,22%) hanno dichiarano in diminuzione la produzione, 38 (52,78%) in diminuzione gli ordini interni e 22 (30,56%) in diminuzione gli ordini esteri.
L’occupazione è stazionaria per 47 imprese (65,28%), gli investimenti sono stazionari per 29 aziende (40,28%) e in diminuzione per 28 (38,89%).

Nell’indagine è stato analizzato anche lo stato del RAPPORTO fra BANCA-IMPRESA da cui è emerso che da parte degli imprenditori intervistati si assiste ad una maggiore selettività nella concessione del credito da parte delle banche.
Infatti, alla domanda ‘negli ultimi tre mesi la concessione del credito da parte delle banche è stata più selettiva?’ il 62,50% del campione ha risposto SI.
Per il 75% non è stato richiesto un aumento del livello di garanzia.
Alla domanda ‘Nel complesso si ritiene che sia in atto un razionamento del credito?’ il 78,13% del campione ha risposto SI, il 21,88% NO.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy