“Io posso intervenire sulla Dc su qualcuno di Rete, ma soprattutto su Civico 10″

Spuntano manovre sotterranee, riunioni carbonare, influenze ed entrature nelle forze politiche e in ambiti istituzionali per cambiare il quadro politico e gestire un rientro in grande stile

E’ lo stesso ex Segretario agli Esteri a descrivere, ad alcuni interlocutori, le sue influenze e ad anticipare con sbalorditiva precisione cosa accadrà nel quadro politico, bancario e giudiziario

“Io posso intervenire sia sulla Dc, sia su qualcuno di Rete, ma soprattutto su Civico 10”. Parola di Gabriele Gatti. Proprio lui. L’ex Segretario agli Esteri che in questa fase appare più attivo che mai a sentire le dichiarazioni che pronuncia con uno o più interlocutori e che lo pongono ancora come personalità capace di influenze e manovre che orientano l’agire politico e non solo. Oltre alle tre forze politiche citate, tra l’altro, ci sarebbero anche altre liste sulle quali Gatti avrebbe messo il suo imprimatur. Insomma, lo zampino di Gabriele Gatti dietro la crisi di governo e, di conseguenza, istituzionale in atto? Sembra proprio che sia così.

L’ex Segretario agli Esteri, infatti, pare stia pianificando un suo rientro in grande stile, magari non direttamente, ma manovrando da dietro le quinte singoli esponenti politici, partiti o movimenti, che si siano resi disponibili a seguirne le strategie stando “a sentire” le sue indicazioni.

Ad affermarlo, appunto, è lo stesso Gatti, a quanto pare con più di un interlocutore, con cui ha vantato la possibilità di mettere in campo le proprie influenze non solo sulla politica, ma anche in Banca Centrale e persino su una parte del tribunale. 

Ne emerge un disegno funzionale a “fare fuori” persone scomode e a riprendere il potere una volta aperta la crisi puntando sulla certezza, grazie anche alla modificata legge elettorale che consente di fare le consultazioni dopo il primo turno, della nascita di un asse tra Dc, Rete e Civico10 più altri non determinanti che ci potrebbero stare, purché resti fuori Repubblica Futura.

Ancora prima che le cose accadano e che diventino di pubblico dominio, Gatti, con i suoi interlocutori, dimostra di conoscere molto bene quello che avverrà sia in ambito politico, sia in ambito giudiziario, sia in ambito bancario dove si prodiga per organizzare e mediare incontri ed entrature.

Un quadro che spiegherebbe molte azioni, apparentemente illogiche, degli ultimi tempi, ma che sembrano partire da lontano e che appaiono avere finalità ben precise, a partire dalla crisi di governo per ripristinare un panorama favorevole alla restaurazione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy