San Marino. Non basterebbe un triduo, Marino Cecchetti

Non basterebbe un triduo

Marino Cecchetti

Il presidente egiziano Nasser non aveva molta stima del suo vice, Sadat, di cui era uso dire: “un paio di baffi sul nulla”. Buttandola in satira, anche a noi viene da pensare altrettanto di certuni nostrani ‘nati imparati’, con baffi o senza.

Da mesi sentiamo parlare del cosiddetto tavolo istituzionale dove chiamare politici, sindacalisti e imprenditori ad elaborare un progetto per “mettere in sicurezza il Paese”. Oggi o domani si deciderà in Consiglio Grande e Generale se aprirlo o meno detto tavolo. Ci sarebbe fretta. C’è da presentare un Paese meno acciaccato di quanto realmente sia, all’agenzia di rating Fitch che, fra qualche settimana, ci valuterà. Poi verranno gli esperti del Fondo Monetario Internazionale (Fmi). Se va male con Fitch e Fmi diventerà più difficile e costoso farci prestare i soldi per fronteggiare un debito pubblico del quale, dopo lustri che ne parliamo, ancora non sappiamo nemmeno l’esatto ammontare.

Al tavolo istituzionale, se si farà, ci saranno anche i commercialisti, esclusi, nonostante le proteste, dal tavolo sulle banche? Per le banche si è fatto ricorso a questa furbata: coprire con soldi pubblici le perdite lasciate dai filibustieri della finanza, affidando l’operazione agli stessi azzeccagarbugli che hanno coadiuvato i filibustieri ad intascarsi gli utili. Siamo al di qua di Dogana: finché ci freghiamo tra di noi, nessuno dall’esterno ci dirà niente.

Al tavolo istituzionale per i nostri ‘nati imparati’ il confronto è con l’esterno. Non c’è possibilità di furbate: bisogna tirare fuori quel che c’è dietro i baffi.

All’Egitto andò bene perché Sadat, alla prova dei fatti, si è rivelato più in gamba dello stesso Nasser. C’è speranza anche per noi? Nei momenti di difficoltà, un tempo ci si raccoglieva attorno alla Teca del Santo.    

Oggi, a illuminare le menti un triduo, forse, non basterebbe.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy