Istituto Medicina Benessere di San Marino, caso archiviato

IL TRIBUNALE DI TORINO ARCHIVIA IL PROCEDIMENTO PENALE RELATIVO ALLA CASA DI CURA “ISTITUTO MEDICINA BENESSERE” E PROSCIOGLIE IL LEGALE RAPPRESENTANTE
CLELIO GALASSI DA OGNI ADDEBITO
E’ di pochi giorni orsono il deposito in Cancelleria del Provvedimento con cui il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torino ha archiviato il Procedimento Penale che vedeva indagati alcuni medici oltreché il Legale Rappresentante dell’ “Istituto Medicina Benessere” di San Marino Clelio Galassi.
    Invero, secondo le risultanze acquisite in esito ad una complessa ed articolata attività peritale, fu una “polmonite ascessualizzata bilaterale in soggetto affetto da malattia di Alzheimer e morbo di Parkinson” la causa della morte dell’anziano paziente torinese, sottoposto in precedenza ad accertamenti diagnostici e terapeutici presso la Casa di Cura Sammarinese.
    E’ risultato che nessuna responsabilità causale nel determinismo che portò a morte l’anziano paziente ebbe la terapia praticata a San Marino la quale dunque non ebbe alcun rilievo nel suo decesso.
    Ciò, se esclude, come esclude qualsiasi responsabilità dei medici che lo ebbero in cura a San Marino, a maggior ragione esclude qualsivoglia responsabilità in capo alla Struttura Sanitaria del Titano ed al suo Legale Rappresentante Clelio Galassi.
    In forza di ciò, il Procuratore della Repubblica di Torino, Dott. Guariniello, ha, in conformità peraltro alla tesi sostenuta da questa difesa fin dall’inizio, chiesto al GIP il proscioglimento di Clelio Galassi e così ha statuito il Giudice.
    
Avv. Alessandro F. PETRILLO

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy