L’Arci gay di Rimini contro il governo di San Marino

L’Arci gay di Rimini contro il governo della Repubblica di San Marino per la revoca del console Federico Podeschi.

L’Arci gay di Rimini boccia il governo sammarinese per aver
revocato a Federico Podeschi, apertamente gay, il suo incarico
diplomatico. “Apprendiamo con apprensione e dispiacere della
rimozione di Federico Podeschi, da parte della Segreteria di
Stato agli Esteri, dall’incarico di console onorario della
Repubblica di San Marino in Galles”, riporta una nota
dell’associazione.
Una scelta pericolosa per l’Arcigay romagnola: “Temiamo-
prosegue la nota- che anche il Governo sammarinese si stia
allineando alle posizioni omofobe della destra italiana che fa di
tutto per mettere a tacere ogni istanza a favore dei diritti di
lesbiche, gay, bisessuali e transgender, e allontanarsi sempre di
piu’ dall’Europa”. Al contrario, la nomina di

Podeschi ,
presidente dell’Associazione
Lbgt San Marino e direttore
dell’Lgbt Excellence Centre del Galles, “aveva fatto intravvedere
una ventata di modernita’ in quella che si definisce ‘l’antica
terra della liberta’”. Il Titano si lascia scappare cosi’
“un’altra opportunita’ di essere un’avanguardia per quanto
riguarda la tutela dei diritti degli omosessuali”.
(Dire)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy