L’Informazione di San Marino: quadro politico in subbuglio

Antonio Fabbri, L’Informazione di San Marino: Alfredo Manzaroli lascia il Psrs / “Stanco della vecchia politica” / Lo accoglie a braccia aperte la Lista della libertà. A tenerlo a battesimo nel Patto il Segretario Arzilli

Già diverse volte aveva votato con
la maggioranza. Lo ha confermato
lui stesso quando ieri ha formalizzato
la sua uscita dal Psrs e
dall’opposizione
. Ad accoglierlo
un gruppo di consiglieri del Patto
che con lui hanno presenziato
alla conferenza stampa. Alfredo
Manzaroli va così a sommare ufficialmente
il suo voto a quelli del
Patto, accolto a braccia aperte da
Maria Luisa Berti, Massimo Cenci,
Gian Nicola Berti, Antonio
Battistini e Filippo Tamagnini e
anche dal segretario all’industria
Marco Arzilli.

“Il punto di partenza per fare
davvero un cambio di metodo
alla luce del riconoscimento di
Moneyval e Ocse”, viene spiegato.
Questa l’occasione dell’annuncio
della fuoriuscita.
Quindi gli esponenti della Lista
della Libertà e della maggioranza
accolgono Manzaroli il cui approdo
non è ancora definitivamente
deciso. Quello di ieri appare un
passaggio intermedio. Nell’operazione
sembra abbiano lavorato
parecchio dietro le quinte i democristiani,
ma un salto dai socialisti
a via delle Scalette appariva
troppo lungo. Così si passa per
la decantazione del consiglierato
indipendente con l’avallo degli
amici della Lista della Libertà, di
un paio di democristiani e la benedizione
eccellente del segretario
all’Industria.

Il quadro adesso
vede una maggioranza che si
rafforza e forse non rischierà più
di fare mancare il numero legale
perché qualcuno arriva tardi
facendoci una pessima figura. Il
Psrs inizia a subire forze centrifuge
che potrebbero fare seguire
all’uscita di Manzaroli altre pesanti
decisioni. Il Psd è sempre
più intento a cercare un dialogo
diretto con la Dc visto che è saltata
l’intesa con Nps dove Massimo
Cenci, per ora ancora nei ranghi,
è dato per molto vicino a Noi sammarinesi,
nell’ambito della stessa
lista e gruppo consigliare.

Noi
sammarinesi, peraltro, sono dati
in odor di confluenza nella Dc o
attraverso il Patto federativo del
quale si va ragionando da mesi o
attraverso un ritorno all’ovile. In
sintesi sembra che pian piano il
Patto stia raggranellando i numeri
che gli servono per arrivare senza
troppi rischi a fine legislatura
approvando i suoi provvedimenti
con la Dc che fa da catalizzatore
e interlocutore degli interessi del
rampantismo politico.

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI OGGI

OGGI I GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy