La imprenditoria vera di San Marino

La imprenditoria vera della Repubblica di San Marino trova

spazio in una pagina di IlSole24Ore a cura di Lionello Mancini.

Incipit: ‘Colombini, Passepartout, Asa, Scm, Robopac, Sit, Gruppo Del Conca: aziende che sviluppano fatturati da decine o centinaia di milioni, impiegano migliaia di dipendenti italiani e non; hanno conti e carte in ordine, sedi all’estero, credibilità e progetti di espansione: insieme ad altre realtà grandi, piccole e microscopiche, fanno parte del nerbo industriale sammarinese. Trovandosi a descrivere i gravissimi problemi che da anni scuotono il Titano, non è quello industriale il pezzo di realtà che salta per primo agli occhi; eppure non solo esiste, ma con il suo 36,4% rappresenta la fetta più consistente di quei 1.260 milioni di Pil della Repubblica più piccola e antica del mondo.

Conclusione: ‘Anche loro, come accade agli italiani quando all’estero devono spiegare che nel Belpaese non tutti siamo mafiosi o latin lovers e non mangiamo solo pizza, i manager della Rocca si misurano con il mercato e intanto controbattono a stereotipi e luoghi comuni, difendendo il loro Paese, almeno fin dove è difendibile. Un ottimo motivo per ascoltarli e misurare la loro voglia di cambiamento oltre e nonostante la politica

Leggi l’articolo di Lionello Mancini, L’industria di San Marino si ribella, seguito dalle schede sulle tre principali imprese industriali della Repubblica di San Marino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy