La prima storica volta di San Marino alle Olimpiadi colombofile

Il 12 e 13 agosto scorso si è svolta a Oradea, in Romania, la 37ª edizione delle Olimpiadi colombofile con la prima storica partecipazione di una rappresentativa di colombi viaggiatori sammarinesi.

Infatti, dal 2020, a seguito dell’iter previsto, l’Associazione sammarinese proprietari e amatori colombi, che si occupa di colombi viaggiatori e da esposizione, unendo amatori sia della Repubblica di San Marino che simpatizzanti esteri, è stata ufficialmente riconosciuta dalla Federazione colombofila internazionale acquisendo tutti i diritti e, quindi, anche la possibilità di partecipare agli eventi internazionali.

Il presidente di Aspac, Alessandro Segnini Bocchia di San Lorenzo, e il responsabile colombi viaggiatori, Matteo Grappa, che è anche presidente della Commissione Sport Internazionale Fci, hanno partecipato al Congresso internazionale rappresentando, con orgoglio, i colori della Repubblica di San Marino che, nonostante la giovane età dell’associazione, può contare su una rappresentanza di valore che garantisce ad Aspac una certa centralità nel panorama internazionale.

Per i rappresentanti dell’Associazione sammarinese proprietari e amatori colombi questo importante riconoscimento rappresenta solo il punto di partenza verso una sempre più audace presenza sul panorama internazionale dei colombi sammarinesi, che a settembre si contenderanno il titolo al Campionato del Mondo di Mira in Portogallo.

Mentre si sta lavorando al 3° Campionato sammarinese di colombicoltura, previsto per gennaio 2023 con la preziosa e determinante collaborazione di Giovanni Francesco Ugolini, socio fondatore di Aspac, durante il quale sarà previsto anche un lancio di colombi viaggiatori valido per il Gran Premio di San Marino.

Con l’augurio di vedere sempre più atleti alati e appassionati sammarinesi, i rappresentanti di Aspac ringraziano le istituzioni sammarinesi per la preziosa collaborazione e costante supporto senza i quali non sarebbe stato possibile raggiungere questi traguardi.

La colombofilia, o sport colombofilo, è l’attività sportiva svolta con i colombi viaggiatori. Questi atleti alati sono in grado di far ritorno alla loro casa (colombaia) da distanze considerevoli, fino a 900/1.000 km in un giorno.
Le gare consistono nel rilasciare i colombi da un dato punto e metterli in classifica sulla base della maggiore velocità di rientro a casa, per verificare l’orario di rientro ogni colombo è munito di un chip elettronico che viene scansionato al rientro in colombaia da una pedana elettronica che invia il dato a un orologio constatatore.
Le gare vengono organizzate dalle federazioni/associazioni nazionali che fanno capo alla Federazione colombofila internazionale, la quale riunisce più di 60 Paesi e milioni di appassionati.
Come per quasi tutte le discipline sportive, anche lo sport colombofilo ha le sue Olimpiadi dove ogni due anni si confrontano, in varie categorie, i migliori colombi del mondo e dove contestualmente viene svolto il Congresso della Fci tra i delegati delle federazioni/associazioni affiliate.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy