Le procure di Rimini e di Verona si contendono il tesoro di Lolli

(da “La Voce di Rimini”) La Creder Spa, una banca veronese, ha ottenuto dal Tribunale un decreto ingiuntivo per il sequestro conservativo dei 200mila euro trovati su un conto intestato a Lolli.

La procura riminese aveva chiesto e ottenuto il sequestro del conto corrente scovato a Verona nel mese successivo.

La banca si sta opponendo alla procura di Rimini impugnando la richiesta di sequestro e la questione è giunta ai giudici riminesi del tribunale: quest’ultimi si sono riservati di decidere.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy