Lettera del presidente Monti, per Elisa Marchioni è «una svolta importante: riapre la prospettiva per lavorare ad una stabilizzazione della situazione dei frontalieri»

“Una buona notizia, una svolta importante” così Elisa Marchioni definisce la lettera del presidente del consiglio Mario Monti, che apre al dialogo con San Marino, e dichiara di voler ripartire dalla firma del Protocollo di modifica della Convenzione contro le doppie imposizioni, siglato tecnicamente già nel 2009 e ancora in attesa di ratifica.
“La firma dei protocolli riapre la prospettive per lavorare ad una stabilizzazione della situazione dei frontalieri, superando così la doppia imposizione. Dopo il traguardo del rinnovo della franchigia per il 2012, che è stato fondamentale per l’anno che abbiamo di fronte, oggi diventa meno distante la possibilità di delineare delle regole chiare e definitive, attraverso una legge ordinaria.”
“Nei giorni scorsi, ho posto al sottosegretario all’Economia e Finanze Vieri Ceriani, il tema di come procedere per dare maggiore stabilità alla situazione dei lavoratori transfrontalieri. La proroga annuale della franchigia è avvenuta in maniera eguale per tutti i lavoratori oltreconfine – che risiedono a Ventimiglia, a Como, a Rimini – mentre per una legge ordinaria, probabilmente dovremo invece tenere conto delle situazioni territoriali differenti, come è già fatto con il trattato tra Italia e Svizzera, per rispondere alle peculiarità specifiche di ogni area. Un patto nuovo tra Italia e San Marino, avvicinerebbe moltissimo il raggiungimento di una soluzione equa e continuativa che da tanti, troppi anni, lavoratori, sindacati e istituzioni chiedono per i frontalieri riminesi”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy