L’Informazione di San Marino sulla smentita del Segretario agli Esteri

Che dire, forse il Segretario agli Esteri, evidenziando ancora una volta le capacità diplomatiche che la contraddistinguono, ha perso un’altra occasione per tacere.

La lista delle smentite che lei stessa ha collezionato da quando si è insediata fino ad oggi è lunga, tanto che non ci va di occupare le pagine di più edizioni per elencarle tutte. Basta citarne qualcuna: smentite dai suoi colleghi di governo, dalle tirate d’orecchi del ministro Tremonti, dall’Agenzia delle Entrate, dalla Commissione europea, da Jeffrey Owens, dai fatti.

Dal canto nostro abbiamo semplicemente riportato quanto comunicato da Sinistra unita che, nero su bianco, dopo aver parlato del fatto che il segretario di Stato alle finanze ha smorzato i toni su Banca centrale, ha aggiunto: “Per fortuna hanno parlato alcuni suoi colleghi in maniera più aperta: il Segretario Mularoni ha detto che “tranne il Presidente Bossone i funzionari, sono un problema ereditato dal governo precedente”.

La notizia, peraltro, è stata riportata anche da SanMarinoOggi.sm, pubblicata da www.sanmarinonotizie.com (che ha pubblicato integralmente quanto comunicato da SU) e ripresa in vario modo un po’ da tutti i giornali.

Siamo onorati, quindi, che il Segretario agli Esteri se la sia presa solo con noi, vuol dire che facciamo bene il nostro lavoro.

Ora, a fronte di tutto questo, parlare di “presunte dichiarazioni mai effettuate”, quando prima delle feste ha convocato addirittura una conferenza stampa per dirle, appare francamente eccessivo.

Dispiace quindi constatare come una persona che dovrebbe essere l’emblema della diplomazia per un paese come San Marino, non perda occasione per dimostrare la sua arroganza rivelandosi una delusione per tanti sammarinesi che le avevano dato fiducia. Di questo, evidentemente, il Segretario si rende conto ed il suo nervosismo ne sembra una diretta conseguenza.

Per “L’Informazione di San Marino”

Antonio Fabbri

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy