L’Università di San Marino parla di matematica e bullismo agli alunni delle elementari

“L’Università degli Studi della Repubblica di San Marino ha curato un’iniziativa rivolta a 31 alunni delle Scuole Elementari del Titano su tematiche come la matematica e il bullismo, attraverso momenti di divulgazione e intrattenimento.

La docente Chiara Giacomoni – si legge in un comunicato dell’Università di San Marino -, in cattedra nei corsi di laurea in Ingegneria Civile e Gestionale dell’Ateneo sammarinese, ha presentato di fronte alle classi terze A e B del plesso di Domagnano, nella mattinata di martedì 1° giugno, il libro illustrato per bambini “La straordinaria storia di Zero”, di cui è autrice per la casa editrice Pane e Sale.

Durante l’appuntamento, che si è tenuto all’aperto ed è durato oltre due ore, sono state proposte attività come giochi e confronti su temi di esclusione e integrazione, nonché sulle prospettive con cui bambini e adolescenti vivono la quotidianità insieme agli altri. “Gli alunni – spiega Giacomoni – hanno discusso le loro esperienze rispetto alle tematiche affrontate raccontando per esempio come sono riusciti a risolvere alcune situazioni di esclusione. Nonostante la delicatezza degli argomenti hanno interagito con entusiasmo, rendendo la mattinata molto coinvolgente. L’intenzione – prosegue l’accademica – era inoltre quella di affrontare la matematica dandole forma e concretezza. Per questa iniziativa ho appositamente realizzato un prototipo tridimensionale di Zero, il protagonista del libro, per rendere in qualche modo le operazioni fisicamente tangibili e portarle quindi in una dimensione nuova e diversa rispetto ai libri in cui la matematica resta troppo teorica. Il testo che ho presentato – conclude la docente dell’Ateneo sammarinese – è stato scritto per preparare le menti dei più piccoli ad accogliere i primi concetti matematici molto complessi che stanno già affrontando alle Elementari e che li accompagneranno fino alle aule universitarie, dove la mia esperienza restituisce, spesso, testimonianze di ragazze e ragazzi che non hanno pienamente ‘fatto propri’ alcuni concetti matematici basilari”.

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy