Mancini (IlSole24Ore) conferma la tesi di Fantini

Lionello Mancini di IlSole24Ore ieri ha sostenuto che l’indagine Varano‘, che ha decapitato i vertici di Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino e di

Gruppo Delta,
sembra essere indirizzata nel classico binario morto‘.

Perché? ‘Al momento di tirare le fila del lavoro penale gli inquirenti si sentono soli e senza collaborazione‘. Insomma Di Vizio pare lamentarsi che altri non gli stiano fornendo elementi per
dimostrare il suo teorema.

In effetti Di Vizio sembra ancora nella fase della ricerca della individuazione del ‘delitto‘. Lo si evince da quanto scritto da La Tribuna Sammarinese in una delle puntate della intervista rilasciata dal dr. Mario Fantini.

A parere di chi scrive il fatto che preoccupa in questa inchiesta è che il lavoro dei Pm piuttosto che essere teso alla ricerca di prove capaci di confermare il delitto, è piuttosto orientato a ricercare il delitto. Sì perché proprio di questo si parla, di capire quale sia il motivo di tale e tanto accanimento nei confronti dei 5 amministratori di Cassa di Risparmio.
L’ipotesi di dominanza sul gruppo Delta deve essere comprovata, ma si tratta ancora di un’ipotesi che comunque di solito da adito ad interventi moderati di ammenda e ripristino.
L’ipotesi di riciclaggio è ferma alle considerazioni sul furgone portavalori, su cui si è espresso l’organo più alto in grado di giudizio, la Corte di Cassazione.

Nessun addebito è stato avanzato dalla Direzione Nazionale Antimafia che si è detto abbia esaminato il milione di assegni fotocopiati presso l’Istituto Centrale delle Banche Popolari, assegni tra l’altro emessi su banche italiane dai loro clienti e quindi soggetti che hanno già subito a monte i controlli antiriciclaggio imposti dalla normativa.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy