Marino Cecchetti su L’Informazione di San Marino: Lettera aperta a Gabriele Gatti

Gabriele,
dopo un appello generico, ti scrivo direttamente per chiederti di uscire dal silenzio  in cui ti sei chiuso – non è da te –  dopo la notizia di dichiarazioni di Gian Luca Bruscoli nei tuoi confronti.  Ti scrivo come  ho scritto a Romeo  Morri
quando  lasciò la Democrazia Democrazia.  Come allora premetto  
che non ho alcun titolo per  farlo.  Non sono nemmeno
iscritto alla DC. Non sono iscritto  dalla metà degli anni Settanta,
cioè da quando
all’interno del Partito sono cominciate le divisioni finalizzate al solo
scopo della conquista di posizioni di potere, per cui si cominciava a
non essere più ascoltati per quel che si diceva   ma solo in quanto
aderente a questa o quella fazione.
Ebbene, nonostante che non sia iscritto, ho sempre avuto modo di
intervenire, quando l’ho chiesto, nei vari convegni o giornate di
studio. Fino a far parte per molti anni  del Consiglio Centrale  e
partecipare, come ancora avviene,  ai lavori della Sezione, quando sono
invitato. Non ho mai aderito ad altre formazioni politiche preferendo “ essere marcato  dc piuttosto che ex dc delle varie ore
d’uscita
“.

Gabriele, per quel che hai rappresentato e rappresenti per la Dc, non
puoi continuare a tacere. Se non altro per stroncare l’impressione che
il Paese sia  finito in balia di personaggi come Francesco Vallefuoco (quello del forno), William Colombelli – Claudia Minutillo, Giuseppe RobertiGianluigi Carrirolo, e, appunto Gian Luca Bruscoli,

Lo devi fare, Gabriele, perché abbiamo bisogno di risollevarci come Paese. Siamo messi male. Un  “gruppo di ‘furbi’ ha distrutto e saccheggiato l’economia, il paesaggio, la vita“.  

Tu, uscendo dal silenzio, puoi lanciare il giusto segnale alla Dc, ancora fulcro del sistema politico sammarinese, come scrissi a Romeo. “Un  partito, la DC, che dispone ancora di una
piattaforma di valori reale (non evaporatasi con la fine delle
ideologie) a cui poter riferirsi per costruire il rinnovamento. Il che
non è poco in un momento in cui pare non essere più possibile trovare
motivi di aggregazione non dettati da interessi materiali
“.

Gabriele, tu non puoi continuare a tacere, per il bene della Dc e dell’intero Paese.
Ciao
Marino Cecchetti

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy