Meeting di Rimini piu’ ‘povero’ senza i domenicani

RIMINI. Centinaia di persone hanno ruotato attorno allo stand dei domenicani nelle passate edizioni del Meeting per l’Amicizia fra i Popoli di Rimini: presentazioni di libri, momenti di spiritualità, conferenze; e anche la possibilità di confessarsi. 

Ma dopo il ‘terremoto mediatico’ della scorsa edizione, quando a padre Giorgio Carbone venne chiesto di cancellare la presentazione del suo libro “Gender – L’anello mancante?” (la dicitura ufficiale fu: “Evitare la sovrapposizione di dibattiti ed eventi nel già ricco programma della manifestazione”) quest’anno i domenicani a Rimini non ci sono. Un’assenza che, tra i padiglioni, si fa sentire e su cui vale la pena riflettere.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy