Mussoni incontra la FULCAS-CSU e i lavoratori della Todos

Mussoni incontra la FULCAS-CSU e i lavoratori della Todos
Il Segretario al Lavoro ha incontrato nella mattinata di oggi i lavoratori della Todos Srl affiancati dalla FULCAS-CSU.
 San Marino, 12 gennaio 2012
Nei giorni scorsi da parte della CSU è stato richiesto un incontro urgente con la Segreteria al Lavoro e con i titolari della Todos Srl per affrontare la preoccupante situazione in cui si stanno trovando – loro malgrado – i 29 lavoratori coinvolti. I dipendenti del noto call-center sono da ormai 2 mesi senza stipendio e la sede dell’azienda è stata posta sotto sigilli il 28 Dicembre scorso a seguito di una richiesta di sequestro conservativo avanzata dalla CSU a tutela delle retribuzioni non pagate. Il 9 Gennaio, alla ripresa del lavoro dopo le festività natalizie, i dipendenti della Todos hanno trovato la sede ancora sigillata. E’ incredibile che ad oggi nessun incaricato della Todos abbia contattato il Tribunale per permettere l’inventario dei beni presenti con la contestuale rimozione dei sigilli e la ripresa dell’attività lavorativa. Anzi, paradossalmente, si tenta di minimizzare furbescamente le palesi inadempienze della Todos, addirittura cercando di  colpevolizzare la FULCAS-CSU che si è “permessa” di attivare le iniziative a difesa dei lavoratori e delle loro retribuzioni. 
Questa situazione paradossale, che vede i 29 Dipendenti in una sorta di limbo, non pagati e senza alcuna certezza riguardo al loro futuro, ha originato la richiesta di incontro fissato per stamattina. Con grande sorpresa della FULCAS-CSU e degli oltre 20 lavoratori presenti nella sala riunioni della Segreteria al Lavoro, non si sono presentati né titolari della Todos e neppure alcun incaricato dell’OSLA – Associazione imprenditoriale che sin dall’inizio ha seguito le vicende del noto call-center.
Dobbiamo esprimere un sentito ringraziamento al Segretario al Lavoro Avv. Francesco Mussoni per aver comunque confermato l’incontro con la FULCAS-CSU ed i dipendenti presenti, nonostante la defezione delle controparti. Mussoni ha preso nota delle problematiche evidenziate da parte dei dipendenti presenti all’incontro, confermando un suo interessamento. La FULCAS-CSU ha illustrato al Segretario Mussoni la pesantissima situazione dei lavoratori coinvolti che da ormai due mesi sono senza stipendio e hanno richiesto un forte interessamento della Segreteria e del Governo per risolvere in tempi brevissimi questa situazione, cercando di favorire il ricollocamento della totalità dei dipendenti. 
Al Segretario di Stato al Lavoro è stato anche richiesto un interessamento affinchè la Todos avvii immediatamente la richiesta di cassa integrazione per causa di forza maggiore – vista l’oggettiva impossibilità dei dipendenti di riprendere il loro lavoro – questo al fine di dare ai lavoratori un minimo di sostentamento economico che permetta loro di far fronte alle indispensabili spese quotidiane ed al pagamento delle rate di mutuo in scadenza. La FULCAS-CSU si attiverà immediatamente nei confronti della Todos e dell’OSLA per richiedere l’immediato avvio della richiesta di cassa integrazione.
Purtroppo dobbiamo stigmatizzare la volontà dilatoria da parte di Todos e di OSLA, che hanno dato disponibilità per un nuovo incontro tra oltre una settimana. La FULCAS-CSU non ritiene che sia questo il giusto approccio per cercare di risolvere una situazione così complessa e delicata; non crediamo assolutamente che i lavoratori coinvolti meritino un trattamento così irrispettoso e indelicato. Se non ci meraviglia troppo un atteggiamento del genere da parte dei titolari della Todos, siamo invece profondamente rammaricati che l’OSLA – organizzazione imprenditoriale seria e consolidata – non si sia finora pubblicamente dissociata da tali comportamenti che non devono essere tollerati in alcun modo.                                                                        
FULCAS – CSU

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy