San Marino. Consiglio G. e G. (12-21 settembre), seduta pomeridiana odierna

SAN MARINO Seduta pomeridiana del Consiglio Grande e Generale. Resoconto San Marino ews Agency             

Nella seduta di oggi pomeriggio l’Aula prosegue l’esame delle istanze d’Arengo. Sono respinte la n. 23 e la n.24 in tema di cittadinanza, ma viene approvato con voto palese un Ordine del giorno sottoscritto da tutti i gruppi consiliari- Ssd,Rf,C10, Psd,Ps, Pdcs- ad eccezione di Rete-Mdsi,che impegna il governo ad avviare un confronto strutturato “in tempi celeri” che analizzi i problemi legati alla cittadinanza (accesso al voto; discriminazioni nella trasmissione della cittadinanza; le differenze nell’accesso alle Istituzioni fra cittadini originari e naturalizzati)per giungere a progetti di legge che aggiornino la normativa in materia.    

Approvate a maggioranza le tre istanze successive: l’istanza n.28, “per un riordino delle fonti del diritto sammarinese attraverso: – il coordinamento di un servizio telematico in cui venga reso noto il grado e la tipologia della fonte e le norme vigenti e non; – l’implementazione di un meccanismo di stesura di testi consolidati; – l’introduzione dell’obbligo per gli uffici pubblici dell’adozione e pubblicazione di apposite procedure attuative e operative legate ai vari provvedimenti normativi”.

Approvata a maggioranza anche l’Istanza n.21 per rendere nuovamente fruibili in modo corretto le decorazioni e i simboli sul muro esterno della Chiesa di San Francesco a San Marino Città. Infine, stesso destino per l’Istanza n.31 per consentire l’iscrizione nelle graduatorie del lavoro dei diplomati nella Repubblica Argentina. La seduta si interrompe sull’ultima istanza in esame, la n. 9 – per l’abolizione dell’uso del glifosato in agricoltura e per promuovere il superamento dell’attuale obsoleto modello di agricoltura convenzionale- verso cui il governo esprime orientamento non favorevole.

Nel corso dell’esame delle istanze, i lavori sono stati interrotti per consentire la riunione dell’Ufficio di Presidenza sulla modifica dell’ordine del giorno, alla luce dei fatti odierni avvenuti a Banca centrale, tra cui la nomina del nuovo Direttore da parte del Consiglio Direttivo, e poter quindi prevedere un riferimento del segretario di Stato per le Finanze. Conclusa la riunione, si è quindi comunicato che, terminato l’esame delle istanze, si riaprirà  il comma 1 con la messa al voto di due proposte di modifica dell’Odg: 1) consentire- con voto unanime- l’immediato riferimento del Segretario di Stato Celli e 2) inserire il comma 10 bis per permettere all’Aula di esprimersi sul gradimento del neo Direttore generale e su eventuali nomine da farsi del Consiglio direttivo di via del Voltone.  

I lavori riprenderanno perciò in seduta notturna con la conclusione del comma 4 sulle istanze d’Arengo e con la riapertura del comma Comunicazioni. 

Di seguito un estratto degli interventi del pomeriggio. 

Comma 4. Istanze d’Arengo 

– ISTANZA N. 23 per il superamento di ogni distinzione tra Sammarinesi originari e Sammarinesi naturalizzati / Respinta con 40 voti contrari, 7 favorevoli e 2 astenuti – ISTANZA N.24/ perché non sia precluso ai Sammarinesi che non abbiano la cittadinanza per origine l’accesso alla carica reggenziale/ Respinta con 37 voti contrari, 7 favorevoli e 3 astenuti

– ODG sottoscritto dai gruppi C10-Ssd-Rf-Pdcs-Psd-Ps/approvato con voto palese 

Interventi

Guerrino Zanotti, Segretario di Stato per gli Affari Interni

Grazia Zafferani, Rete

Matteo Fiorini, Rf

Fabrizio Francioni, Ssd

Gian Carlo Venturini, Pdcs

Matteo Ciacci, C10

In ambito europeo in diversi Paesi ci sono stati degli interventi per cambiare la normativa sulla cittadinanza. In Italia è in atto un dibattito sullo Ius Soli per esempio. A noi serve capire, da un lato, come la nostra realtà statuale rappresenta una condizione che non ci permette la comparazione tout court con nazioni più grandi, piuttosto dobbiamo ricercare il giusto equilibrio tra apertura e conservazione della sammarinesità. Per C10 è sufficiente un elevato numero di anni di residenza per certificare l’attaccamento alla Repubblica.  Il percorso è molto ampio e  per questo proponiamo un Odg in cui iniziare un percorso per affrontare le tematiche cittadinanza sollevate anche in passatoper ragionare per step. Do lettura dell’Odg che come maggioranza intendiamo presentare all’Aula.

‘Il Consiglio Grande e Generale,

considerato come gli argomenti legati alla cittadinanza sollevati dalle istanze d’arengo n.23 e 24 necessitino di un’attenta ed allargata riflessione da parte delle forze politiche e della società civile della Repubblica di San Marino; considerato come nell’ultimo decennio, anche in San Marino come nel resto d’Europa, vi è un crescente dibattito volto a modifiche e correttivi alla legislazione sulla cittadinanza; valutata la necessità di approfondire l’intera materia e di affrontare con una visione più ampia tutte le questioni legate alla cittadinanza, anche sulla base delle molteplici sollecitazioni giunte nel corso degli ultimi anni da parte di soggetti politici, associazioni e, non da ultima, la Consulta dei Cittadini all’estero;

impegna il Congresso di Stato a promuovere in tempi celeri un ambito di confronto strutturato con tutte le forze politiche per analizzare tutti i problemi sollevati nel corso degli anni legati alla cittadinanza, fra cui:

• l’accesso al voto; • le discriminazioni nella trasmissione della cittadinanza; • le differenze nell’accesso alle Istituzioni fra cittadini originari e naturalizzati, all’interno di una più ampia tematica legata alle riforme istituzionali; • le proposte di modifica dei tempi e delle modalità di acquisizione e mantenimento della cittadinanza;

a definire, sulla base delle risultanze del confronto di cui sopra, uno o più progetti di legge di modifica delle relative normative’”. 

Guerrino Zanotti, segretario di Stato

Gian Matteo Zeppa, Rete

Matteo Ciacci, C10

Gian Matteo Zeppa, Rete

Luca Santolini, C10

Leggi il resoconto SMNA

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy