San Marino. Lotta all’antisemitismo, le parole del Segretario Zanotti

SAN MARINO. Una delegazione di San Marino ha preso parte alla Conferenza internazionale sulla Responsabilità degli Stati, delle Istituzioni e degli Individui nella lotta all’Antisemitismo. Leggi il discorso del Segretario di Stato con delega alla Pace, Guerrino Zanotti. 

[C.S.] E’ in corso a Roma, presso la Farnesina, la Conferenza Internazionale sulla Responsabilità degli Stati, delle Istituzioni e degli Individui nella lotta all’Antisemitismo nell’area OSCE aperta agli Stati membri dell’Organizzazione multilaterale.
A rappresentare la Repubblica il Segretario di Stato con delega alla Pace, Guerrino Zanotti, accompagnato dal Segretario Particolare, Sabrina Fantini, e dall’Ambasciatore in Italia, Daniela Rotondaro. La Conferenza Internazionale si svolge sotto la Presidenza Italiana in esercizio dell’OSCE.

Intervenendo in apertura, il Ministro degli Affari Esteri italiano, Angelino Alfano, ha sottolineato come il tema centrale della responsabilità collettiva e individuale, passata, presente e futura, sia oggi di fondamentale importanza per l’Europa.

L’evento ha messo in luce quanto, nell’ultimo periodo, i fenomeni di recrudescenza di movimenti antisemiti in Europa chiamino sempre più i Governi e le Istituzioni ad una responsabilità collettiva di lotta all’antisemitismo e quanto sia di fondamentale importanza lo sviluppo di una piattaforma di dialogo e di cooperazione multilaterale, in linea con le direttive OSCE.

Nella mattinata, il Santo Padre ha altresì ricevuto in Udienza le delegazioni, sottolineando quanto la cultura della responsabilità, della memoria e dell’inclusività sia oggi lo strumento più adeguato per creare una “alleanza” contro l’indifferenza, virus contagioso della nostra società. Solamente la memoria può risvegliare dall’apatia e contribuire a creare un futuro ed un mondo migliore.

I Rappresentanti alla Conferenza hanno ribadito la necessità di azioni concrete comuni e condivise contro ogni forma di discriminazione e di tutela dei diritti dell’uomo, mettendo in primo piano la responsabilità educativa delle scuole per accrescere la coscienza e l’accettazione della diversità.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy