Rimini. Manuel Spadazzi, Il Resto del Carlino: elenco completo dei candidati in corsa per un seggio

Il Resto del Carlino
Verso il voto
Bagnini, medici e rivoluzionari: 50 riminesi in marcia su Roma
L’elenco completo dei candidati in corsa per un seggio
 
Manuel Spadazzi
DALL’INFERMIERE al postino, dal geometra alla bagnina fino alla gelataia. E poi avvocati, medici, architetti e tanti altri professionisti. Senza dimenticare poi i professionisti della politica. Una marea di candidati (12 al Senato e 11 alla Camera), fra nostalgici della sinistra dura e pura e militanti della destra estrema, inclusi quelli del movimento dei forconi. In tutto, fra collegi uninominali e plurinominali, sono quasi una cinquantina i riminesi in campo. Ecco allora chi saranno tutti i candidati per Camera e Senato.
CAMERA. Sono 11 i candidati al collegio uninominale della Camera, che non comprende i comuni di Bellaria e Santarcangelo (voteranno in quello di Cesena). La sfida è tra Sergio Pizzolante, ex parlamentare di Ap e ora in corsa con il centrosinistra – con lista del ministro Lorenzin -, Giulia Sarti, la deputata uscente del Movimento 5 stelle (che è anche capolista del collegio plurinominale) e infine Elena Raffaelli, l’assessore-bagnina riccionese in corsa con la Lega per il centrodestra. Giuseppe Chicchi, ex sindaco di Rimini ed ex deputato, giocherà il ruolo di outsider come candidato di Liberi e Uguali. Per restare alla sinistra, sono parecchie le formazioni in campo. C’è Potere al popolo, che schiera Francesco Wilbert Vittori, il più giovane dei candidati all’uninominale con i suoi 28 anni da compiere. E’ di origine peruviana, è stato adottata da genitori italiani che aveva solo quattro mesi. Ha una laurea in storia, ma per adesso lavora come postino. Nessun riminese nelle file di Sinistra rivoluzionaria e Partito comunista, che candidano rispettivamente la bolognese Marianna Puscio e la parmense Sara Conversi. Per quanto riguarda invece la destra, la 31enne Elena Pierantoni di Riccione è la candidata scelta da Casa Pound (è anche al plurinominale) e Mirco Ottaviani, leader riminese di Forza Nuova, è per il momento il candidato della lista Italia agli italiani (che riunisce FN e Fiamma tricolore). Ma dopo l’arresto per gli scontri a Macerata, rischia di non poter più correre per Montecitorio. Completano il quadro delle candidature all’uninominale il riccionese Dino Angeli, di Popolo della famiglia, e l’imprenditore Gianluca Sartini dei Repubblicani. Tanti i riminesi nei listini del collegio plurinominale. Nel centrosinistra corrono Giorgia Bellucci (Pd); Mario Erbetta, Francesca Ugolini sindaco di Talamello, Daniela De Leonardis (Civiva popolare); Francesco Bragagni (Insieme). Nel centrodestra sono candidati Bruno Galli, infermiere e segretario del partito, e Valli Cipriani, il sindaco di Montefiore, per la Lega; Loretta Scaroni (Forza Italia); Gioenzo Renzi (per Fratelli d’Italia). Marco Caligari è nel listino di Potere al popolo, Massimiliano Crivellari in quello del Popolo della famiglia, Silvia Berardi è in corsa con Italia agli italiani.
SENATO. La corsa sarà fra i riminesi Antonio Barboni di Forza Italia, Tiziano Arlotti del Pd e Carla Franchini del M5s, mentre Liberi e uguali schiera Giovanna Ubalducci di Cattolica. Gli altri riminesi candidati all’uninominale sono la cattolichina Maria Silvia Riccio per Potere al popolo, Sergio Aurelio Perrini di Popolo della Famiglia, Roberto Lo Giudice per Italia agli italiani. Gli altri candidati sono Chiara Fabbri di Sinistra rivoluzionaria, Stella Marano del Partito comunista, Dea Angela Severi dei Repubblicani, Luana Nepi di Casa Pound e Francesco Comito per Destre unite – Forconi. Anche al Senato non mancano i riminesi nel collegio plurinominale. Nel centrosinistra Maurizio Nanni corre con Civica popolare, e Monica Ricci è la candidata di Insieme. Nel centrodestra l’unico in lista è Mauro Ioli, uno dei volti noti della politica riminese, ex Margherita ed ex Pd: è il capolista dell’Udc. Il M5s schiera al secondo posto del collegio Marco Croatti, mentre lo psicologio Sergio De Vita è il capolista per Popolo della famiglia. Isa Canducci è invece al secondo posto nel listino dei Repubblicani, e la stessa posizione è stata assegnata a Lucilla Ketti Ronchi, misanese, in corsa con Potere al popolo.
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy