San Marino. Daniele Bartolucci: le associazioni di categoria portano il Governo in Tribunale

Daniele Bartolucci Fixing I soci privati avevano già fatto ricorso prima della ratifica anche del secondo Decreto Delegato / Le associazioni di categoria portano il Governo in Tribunale / Contestata la modifica dello statuto avvenuta per decreto: è ritenuta illegittima 

SAN MARINO Saranno dunque il Tribunale e il Collegio dei Garanti a stabilire la legittimità dell’iniziativa unilaterale del Governo nei confronti dei soci privati della Camera di Commercio, ovvero le associazioni di categoria ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT, che insieme rappresentano più del 42% del capitale sociale. “Con la ratifica del Decreto Delegato 13 giugno 2018 n.63, il Governo continua a operare una forzatura nei confronti dei soci privati della Camera di Commercio, chiudendo di fatto ogni possibilità di dialogo e confronto”, lamentano le associazioni in una nota congiunta. “Sarà quindi il Tribunale a decidere su questa iniziativa, nonostante i reiterati appelli delle associazioni scriventi a evitare questa soluzione”. Del resto, come noto, fin dall’inizio della legislatura il Governo ha palesato la sua intenzione di creare una nuova e pubblica Agenzia per lo Sviluppo, “senza chiarire espressamente quale sarebbe stato il futuro della Camera di Commercio, che ha proprie funzioni e prerogative ed è, va precisato, una società privata”, ricordano le associazioni datoriali. La Camera di Commercio, inoltre, è stata costituita per sostenere il mondo imprenditoriale e, come avviene in tutte le altre parti del mondo occidentale, opera in stretta sinergia con le imprese private, cosa che non potrebbe fare se fosse di natura pubblica o addirittura governata e gestita dal Governo. (…)

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy