San Marino. Ente Cassa di Faetano: su ipotesi di aggregazioni nel sistema bancario sammarinese

SAN MARINO. Sul sito dell’Ente Cassa di Faetano, proprietario della Banca di San Marino, è comparsa oggi la seguente nota a proposito delle voci di fusione di Bsm con Cassa di Risparmio poi corrette col termine ‘integrazione’  da un comunicato della stessa Bsm.
Si osserva che non viene nominata  la Cassa di Risparmio.
Ecco il testo completo.

“ENTE CASSA DI FAETANO INTERVIENE SU IPOTESI DI AGGREGAZIONI NEL SISTEMA BANCARIO SAMMARINESE
Ente Cassa di Faetano desidera esprimere la propria posizione nell’ambito del dibattito sulla nascita di un nuovo soggetto bancario derivante dall’integrazione della sua partecipata Banca di San Marino con altri istituti di credito del Titano.
Animato dallo spirito di responsabilità e di attenzione al Paese che caratterizza tutta la sua storia, l’Ente guarda con favore alla valutazione di proposte che possano portare una sempre maggior solidità e competitività del “sistema San Marino” nella sua interezza.
Esempi di questo approccio sono i diversi interventi messi in campo da Banca di San Marino anche a sostegno di altri istituti di credito in difficoltà, che hanno scongiurato ricadute potenzialmente dirompenti sulla vita dell’intero Paese.
E’ sotto gli occhi di tutti come il sistema bancario di San Marino necessiti di un profondo rinnovamento, un processo in cui ci sentiamo chiamati a svolgere la nostra parte. Pertanto in quest’ottica il Consiglio di Amministrazione dell’Ente Cassa di Faetano ha incaricato la Gonvernance di Banca di San Marino di avviare uno studio circa l’opportunità di realizzare un’aggregazione all’interno del sistema bancario sammarinese.
Attualmente il Consiglio di Amministrazione è in attesa di conoscere gli esiti di tale studio, inclusi quelli di un’analisi promossa dall’Ente stesso; sulla base di tali risultati si valuterà l’opportunità di dar seguito o meno a questo tipo di percorso.
E’ del tutto comprensibile e condivisibile che l’eventualità di operazioni così complesse suscitino tanti interrogativi, proprio per questo l’Ente precisa che:
– nessun percorso verrà proposto a scapito del patrimonio identitario e valoriale della Cassa Rurale di Faetano,
– l’eventuale aggregazione sarà considerata solo se rappresenterà una significativa occasione di sviluppo per Banca di San Marino, un potenziamento dell’Ente Cassa di Faetano, uno strumento di crescita per l’intero Paese.
Il Consiglio di Amministrazione sottolinea inoltre che la decisione finale su questo processo spetterà solo ed unicamente all’Assemblea dei Soci.

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy