Rimini. Morta suicida dopo i soprusi: marito in manette

Andrea Rossini. Corriere Romagna: Morta suicida dopo i soprusi: marito in manetteL’uomo deve rispondere dei maltrattamenti alla donna, ma anche delle minacce alla figlia: le ha inviato la foto della lapide della madre.

RIMINI. Alla vigilia dell’udienza davanti al giudice civile per l’allontanamento di casa del coniuge, minata da anni di vessazioni fisiche e psicologiche ma forse anche da sentimenti contrastanti, si è abbandonata a un gesto di disperazione che le è costata la vita. Le accuse che lei ha messo nero su bianco prima di morire hanno portato all’arresto dell’ex marito, un uomo di 57 anni residente in Valconca, difeso dall’avvocato Giuliano Cardellini. Ma ad affrettare i tempi di esecuzione dell ’ordinanza di custodia cautelare richiesta dalla pm Paola Bonetti sono stati gli atteggiamenti sconsiderati dell’uomo. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy