La ‘guerra’ per Olga va in Cassazione

La ‘guerra’ per Olga va in Cassazione

La Procura generale annuncia il ricorso contro la pena dimezzata in Appello

LA PROCURA generale annuncia il ricorso in Cassazione contro la sentenza che ha dimezzato la pena a Michele Castaldo, l’uomo che nell’ottobre del 2016 ha strangolato Olga Matei. Saranno quindi i giudici della Suprema Corte a decidere su quella motivazione che ha scatenato un pandemonio nazionale. Al punto che all’imputato, dice il suo difensore, Monica Castiglioni, è stato sospeso il lavoro che svolgeva all’interno del carcere di Ferrara dove si trova detenuto. (…)

Tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy