San Marino. Increduli i docenti dopo l’intervento di Mancini

“Increduli che un insegnante possa argomentare posizioni così lontane dal modello educativo umanistico su cui la scuola è fondata”.

A dirlo sono alcuni insegnanti di San Marino, che dopo aver letto l’intervento del collega Claudio Mancini, esprimono in una lettera “stupore per il tono e la forma dell’articolo, che cita l’Organizzazione mondiale della sanità, salvo poi interpretarne le linee guida in maniera arbitraria e personale; e imbarazzo per la chiusa finale, che cita a caso testi presi da internet, senza considerare che la prima regola di un testo è mai citare articoli senza fonte e che siano solo basati su opinioni riportate”.

Alla critica di Mancini sull’educazione sessuale così come è regolata dalle indicazioni dell’Oms, Francesca Barulli, Simona Benzi, Martina Bollini, Maria Elena D’Amelio, Luca Pasquale, Valentina Rossi, Angela Signorotti e Alessandro Simoncini rispondono di essere felici di sapere che “stiamo finalmente emancipandoci dalla cultura millenaria legata a una sessualità genderizzata e patriarcale”.

L’educazione sessuale, ribattono i docenti, “si preoccupa, quindi, di aiutare i bambini e i ragazzi a conoscere la propria sessualità, che è parte integrante dell’esperienza umana, a comprenderla e a viverla in maniera positiva, senza sensi di colpa, repressioni, blocchi e stereotipi; mira cioè a proporre conoscenza per vivere in maniera serena e rispettosa di tutti”.

Infine, gli insegnanti dichiarano che qualunque critica alle attività sinora previste nelle scuole sammarinesi “non possa e non debba essere accampata come scusa per esautorare, con toni catastrofisti e oscurantisti, le iniziative, ma debba anzi spingere la scuola, le famiglie e le istituzioni a un maggior impegno di tutti per potenziare e migliorare l’offerta formativa, così da creare momenti e spazi per fare educazione sessuale sempre meglio e nel modo più utile ai ragazzi”.

Leggi il testo integrale della lettera

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy