San Marino. Domani-Motus Liberi: “La carta di accertamento fiscale non funziona”

“Per questo martoriato Paese gli operatori economici rappresentano la soluzione, non il problema. Vanno ascoltati e presi seriamente in considerazione”.

Lo afferma Mirko Dolcini di Domani-Motus Liberi, che in una nota analizza la Smac Card scontistica e il suo funzionamento.

La Smac Card con funzione di scontistica, spiega Dolcini, “era nata nel 2008 con il fondamentale contributo delle associazioni di categoria e, dopo qualche anno, si apprestava a consolidarsi come strumento funzionale all’attrazione dei consumi nel territorio sammarinese, in un periodo storico caratterizzato da una grave crisi economica; infatti fino a tutto il 2014 ha effettivamente attratto i consumi a San Marino, rispettando le aspettative”.

Poi, però, “a qualcuno venne la discutibile idea di renderla, oltre che carta di scontistica, anche una carta di accertamento fiscale”. Secondo Dolcini, “era ovvio che la funzione di accertamento fiscale avrebbe danneggiato la sua appetibilità e che, oltre a non portare rilevante aumento erariale per le casse dello Stato, avrebbe allontanato gli operatori economici, già presenti, dal circuito della Smac scontistica”.

“Varie associazioni di categoria lo fecero presente – conclude Dolcini -, ma il governo di allora anziché comprenderne le argomentazioni preferì, travisando completamente il messaggio, credere che l’obiettivo fosse quello di difendere gli evasori fiscali”.

Leggi il testo integrale del comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy