San Marino. Gabriele Gatti: “bisogna rallentare. L’accordo di associazione UE”. Fatto.

L’informazione di San Marino, Gabriele Gatti: “bisogna rallentare. L’accordo di associazione UE”. Fatto

Sarà un caso, ma a un certo punto della legislatura le forze di opposizione hanno iniziato a sostenere che bisognava frenare sull’Accordo di Associazione Ue

Con i suoi interlocutori Gabriele Gatti parla anche delle strategie che, a suo parere, la Banca Centrale dovrebbe mettere in atto nel settore bancario e finanziario e sulla politica che in questo settore si dovrebbe portare avanti. In sostanza per Gatti ci vorrebbe il controllo direttamente a San Marino della Banca d’Italia. In questo modo l’Italia stessa sarebbe tranquillizzata, sempre a suo dire, da un controllo diretto sui soggetti vigilati sammarinesi, e in cambio il Titano dovrebbe diventare una zona franca per Basilea4, sfuggendo così ai parametri internazionali che stanno alla base dei sistemi bancari dei paesi dell’Eurozona. Insomma, una sorta di off-shore calmierato 4.0. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale di L’informazione pubblicato dopo le 22

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy